Mollo tutto e parto: i luoghi migliori dove emigrare e cambiar vita

Lunedì 17 Settembre 2018 di Francesca Spanò
2
Mollo tutto e parto: i luoghi migliori dove emigrare e cambiar vita

Quando l’estate è agli sgoccioli e si torna in ufficio e alla vita di tutti i giorni, ritorna prepotente il desiderio di mollare tutto e trasferirsi altrove. Sì, ma in quale parte del mondo? Il giusto compromesso potrebbe essere quello di trovare temperature miti tutto l’anno, a fronte di una spesa mensile piuttosto esigua. Ecco qualche idea per continuare la vacanza, iniziando a pensare di cambiare del tutto la propria esistenza. La maggior parte dei luoghi indicati, regala il meglio di sé da dicembre, quindi ora è tempo di pianificare e prendere delle decisioni importanti. Vale, però, la pena di iniziare a organizzarsi.
 

 

Tenerife
Moltissimi italiani vorrebbero andare a vivere in questo angolo splendido di isole Canarie, dove è sempre primavera. Ogni anno milioni di visitatori scelgono di trascorrere qualche giorno a Tenerife e non vogliono più tornare indietro in quello che rappresenta, in tutto e per tutto, un luogo all’avanguardia. Divisa in nord e sud, tra spiagge, cultura e divertimento, garantisce un costo della vita basso e con poche tasse. Bisogna però impegnarsi a trovare subito un lavoro, meglio se da dipendenti all’inizio (o vivere da pensionati) e un appartamento, per non rischiare di fallire e ritrovarsi presto senza un euro.
 
Thailandia 
Non è una novità che qui i prezzi siano modici e una casa discreta può anche costare meno di 350 euro al mese, specie al nord. Lo stesso vale per il cibo e per l’abbigliamento, se non si ha la pretesa di mangiare nei ristoranti di lusso e comprare solo abiti griffati. Come tutti i Paesi, però, presenta le sue difficoltà e si tratta di un totale cambio di vita e di abitudini che va sempre valutato.
 
Cambogia
Negli ultimi anni questa destinazione è stata sempre più richiesta per viaggi avventurosi e ha finito per conquistare molti europei. Nonostante arrivi da anni di estrema povertà, ora è un luogo dove si può vivere bene senza andare in fallimento. Ecco perché sono sempre di più gli stranieri che scelgono soprattutto la capitale Phnom Penh. Lo stessa vale più o meno per Vietnam e Laos.
 
Filippine 
Destinazione esotica splendida ed economica. C’è da dire che la capitale Manila è piuttosto costosa, se il desiderio è vivere in questo tratto di mondo bisogna spostarsi fuori. Un esempio su tutti è rappresentato dalla provincia di Cebu dove non mancano spiagge e centri commerciali e con un centinaio di euro al mese, si può affittare un appartamento. Da queste parti, inoltre, è possibile ottenere un visto speciale per pensionati che si può avere già dai 35 anni, depositando 50mila dollari in una banca filippina. Cifra che cresce secondo l’età.
 
Belize 
A prezzi contenuti, si può pensare anche di trasferirsi in Belize, una delle nazioni più belle del Centro America. Le sue chilometriche spiagge, il clima sub-tropicale e gli ecosistemi marini particolari, lo rendono un paradiso accessibile ma unico. Allontanandosi da Belize City, si riesce a trovare alloggio per circa 250 euro al mese e per il cibo è economico e genuino quello comprato nei mercati. Nella stagione delle piogge, però, da maggio a ottobre, il rischio di uragani è alto.  
 
Sri Lanka
Il clima caldo è piacevole quasi tutto l’anno, specie in inverno durante il monsone proveniente da nord. La forza di questa destinazione non è legata solo ai prezzi contenuti per viverci, ma al mix di bellezze naturalistiche e monumentali che si adatta praticamente a tutte le esigenze. Dall’aria tropicale, è un Paese in rinascita, soprattutto turistica. Tra le località meno costose ci sono Negombo e Batticaloa.
 
Costa Rica 
Tra le nazioni più protette (e più felici) del pianeta, ha il 25 per cento del territorio sotto tutela ambientale. Oltre al verde che trionfa ovunque, si può vivere con molto poco, soprattutto nella zona di Puerto Limon e lungo la costa della Penisula de Osa.
 
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA