Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Jet lag, ecco i 15 segreti per combatterlo

Passeggero di un volo British Airways
di Sabrina Quartieri
4 Minuti di Lettura
Venerdì 17 Luglio 2015, 19:47 - Ultimo aggiornamento: 24 Luglio, 17:27

Insonnia, eccessiva sonnolenza, memoria lenta e affaticamenti muscolari? Cari viaggiatori, benvenuti in piena fase “jet lag”: il "mal di fuso" è il principale nemico di chi, per le vacanze, sceglie una destinazione raggiungibile con tante ore di volo. Ma niente paura, perché a tutto c'è rimedio ed è facile correre ai ripari, proprio per evitare i tanto temuti effetti dello squilibrio tra il proprio orologio biologico e l’ora del Paese in cui si atterrerà. Come fare, allora?

Semplice, basta seguire i suggerimenti del “Jet Lag Advisor”, pensati a seconda della destinazione da raggiungere. Un compendio che, alla vigilia delle partenze estive, arriva come una vera e propria manna dal cielo e che ha tutte le carte in regola per essere considerato più che affidabile: a dettare le regole sono infatti British Airways, la compagnia di bandiera inglese, e Chris Idzikowski (o Dr. Sleep), noto per essere uno dei massimi esperti del Regno Unito in materia di disturbi del sonno. Ecco allora i 15 punti da tenere a mente per riuscire a riposare il più possibile durante il viaggio e arrivare a meta freschi e rilassati.

1. Portare sempre una mascherina per gli occhi, dei tappi per le orecchie, delle creme idratanti e dei decongestionanti. Piccoli aiuti che possono davvero fare la differenza, tanto che la stessa British Airways ha pensato di far trovare a bordo per i passeggeri, in un apposito "amenity kit".

2. Affrontare il viaggio con abiti comodi e larghi, per sentirsi liberi nei movimenti.

3. Se si può scegliere, optare per un volo che consenta di dormire una notte intera, non appena giunti a destinazione.

4. Evitare lunghe tratte notturne o, al limite, riposare il più possibile, magari approfittando delle poltrone estensibili della Club World (business class di lungo raggio) e della First Class di British Airways, che si trasformano in veri e propri letti.

5. Bere spesso, perché nelle cabine l’aria è piuttosto secca ed è facile disidratarsi, per questo è importante introdurre molti liquidi. Evitare bevande alcoliche: anche se sembra che possa aiutare a dormire, possono in realtà disturbare il sonno e si rischia persino di russare.

6. Fare stretching o una camminata lungo la cabina. Anche un po' di pilates può realmente portare benefici. Per gli esercizi da svolgere, basta sfogliare la rivista di bordo di British Airways High Life, un personal trainer a tutti gli effetti.

7. La direzione conta! E' consigliabile svegliarsi più tardi durante i viaggi verso occidente, non fare le ore piccole e alzarsi un po’ prima in caso ci si stia dirigendo ad oriente.

8. Una volta in volo, impostare l’orologio con l’ora della destinazione.

9. Giunti a meta, è meglio schiacciare un pisolino, scegliendo una stanza con tende pesanti e una buona insonorizzazione, con la temperatura impostata attorno ai 18 gradi. Ricordarsi di mettere un cartello “non disturbare” fuori dalla porta!

10. Chiedere una camera con il letto che guarda a sudest per godere del sole del mattino (se si è sotto l’equatore l’orientamento deve essere a nordest);

11. Adottare gli usi locali per quanto riguarda l’orario dei pasti.

12. Vivere il più possibile il nuovo ambiente in cui ci si trova: è consigliabile passare del tempo all’aria aperta e non chiudersi in camera.

13. Non scordarsi di fare un po’ d’attività fisica: aiuterà a sciogliere i muscoli e a ridurre l’appetito.

14. Sincronizzarsi usando la luce del sole e sforzarsi di rimanere svegli fino a sera, anche se già dal pomeriggio, il corpo vi dirà che è ora di andare a dormire.

15. Il Dr. Sleep sconsiglia l’uso di pillole per favorire il sonno, e propone piuttosto la melatonina come un valido sostituto naturale.