Missione Instagram: le mete giuste per lo scatto perfetto

Giovedì 29 Novembre 2018 di Laura Bolasco
1

Sono finiti i tempi in cui le guide di viaggio erano mezzo fondamentale per non perdere il meglio di ogni destinazione. Con l’avvento delle nuove tecnologie si è diffuso un nuovo modo di viaggiare: più social, fotogenico e condiviso. Non ci è voluto molto perché Instagram diventasse veicolo di informazioni preziose per i viaggiatori più curiosi, dando vita ad una vera e propria gallery dei luoghi più “instagrammabili” del mondo. Dalle mongolfiere della Cappadocia ai murales di Los Angeles: ecco le mete irrinunciabili in cui fare i migliori scatti social.
 

 

Bali
Oltre che per le spiagge da urlo e i famosi mercatini dell’artigianato locale, l’isola indonesiana è famosa per i suoi bar-ristoranti dall’aspetto decisamente fotogenico. Pareti colorate davanti a cui posare, amache in crochet su cui farsi ritrarre, angoli boho e tropicali da immortalare: la pausa pranzo a Bali è tutto uno scattare. E se le ciotole di frutta del Coffee Cartel sono ormai soggetti super gettonati, un selfie tra gli ombrelloni di La Plancha, famoso tempio per aperitivi in riva al mare, è ormai un must per avventori di ogni provenienza.
 
Los Angeles
Città degli angeli, di Venice Beach e dei murales. Qualcosa che davvero colpisce della celebre città californiana è la quantità di luoghi altamente attrattivi dal punto di vista fotografico. A partire dall’iconica e sempreverde scritta Hollywood, famoso spot per turisti di ogni tipo, Instagram continua a collezionare luoghi più o meno famosi in cui recarsi per uno scatto è diventato praticamente d’obbligo. Dal luminosissimo LACMA Museum al prestigioso Beverly Hills Hotel; dai Pink e Love walls alle ali multicolori firmate Colette Miller. 
 
Cappadocia
Immaginate centinaia di pallini colorati che si ergono nel cielo azzurro sovrastante una vallata rocciosa e antichissima. Questo sogno è realizzabile in Cappadocia, regione storica della Turchia centrale, ed è ormai ben noto al pubblico di Instagram. Solitamente il quadro è questo: un tè servito sul rooftop di un hotel (come il Sultan Cave Suites) con il volo delle mongolfiere in sottofondo. Immancabile la capatina alla Galerie Ikman, in cui posare incantati tra i tappeti più instagrammati del mondo.
 
Santorini
Le isole greche continuano ad essere meta prediletta durante e oltre la stagione feriale estiva. Di pari passo il fascino social delle stradine bianche dai dettagli blu (come quelle di Oia) non perde colpi ed anzi, ogni anno e ogni post di più acquista fan e like da ogni parte del mondo. Di consigli su dove scattare la veduta migliore delle famose cupole blu ne è piena la rete, così come degli alloggi (come l’Ikies Hotel) con piscina riscaldata con vista sull’Oceano. E se la cartolina dei mulini un tempo si inviava insieme ai baci agli amici lontani a casa, oggi si condivide con click e centinaia di followers.
 
Roma
Che la storia susciti ancora fascino e interesse lo dimostrano… i selfie. E come si fanno i selfie a Roma non si fanno da nessun altra parte al mondo. Instantanee di gelati, pizza, caffè e carbonare si alternano a panorami senza fiato, nasoni, scalinate e vicoli che sembrano dipinti. Che alle spalle ci sia il Colosseo, la vista del Gianicolo o Fontana di Trevi poco importa: quasi 2800 anni ma nelle foto, Roma, continua a venire sempre bene. 

Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre, 12:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

"La signora che non può mangiare la ricotta perché..."

di Pietro Piovani