Tenerife: Nord o Sud? Breve guida ai luoghi da non perdere

Mercoledì 25 Febbraio 2015 di Francesca Spanò

Magnifico clima, spiagge e vita mondana al Sud. Cultura, storia e paesaggi surreali al Nord. Tenerife, ovviamente, non si può certo racchiudere in una mappa ad hoc divisa per zone e chi arriva in questo tratto di Canarie, ha solo una possibilità per non dimenticarla mai più: visitarla in ogni suo angolo.

Ci vuole del tempo però, perché piccola non è e poi nasconde scorci insospettabili che rapiscono il visitatore, costringendolo a fermarsi qualche ora più del previsto. Non la solita destinazione per le vacanze, turistica e anonima. Qui anche se sono arrivate le grandi catene alberghiere, le discoteche più alla moda e il tempio del divertimento notturno si snoda tra bar e pub, ci si scopre incantati di Puerto de la Cruz, rifugio di Agata Christie ad esempio o delle bellezze coloniali di La Orotava.

Perché il Sud?

Perché il sole splende tutto l’anno e la sabbia chiara attraversa tutto il litorale. Organizzare sport all’aria aperta è un must, così come escursioni o semplici passeggiate sul lungomare. Parola d’ordine qui è relax e anche divertimento.

A Tenerife Sud per visitare…

Arico: burroni, pendii, formazioni rocciose. Ottimo angolo per dedicarsi ad un turismo tutto puntato sulla natura.

Arona: autentica nonostante sia sempre molto affollata. Molto nota è Playa de los Cristianos che conserva però il sapore di un piccolo paese di pescatori.Tra le spiagge le più frequentate sono Los Cristianos e Las Vistas.

Adeje: Costa Adeje è tra le più moderne con alloggi esclusivi e grandi centri commerciali, ma anche spiagge.

Vilaflor de Chasna: si trova a 1.500 metri di altezza sul livello del mare tra boschi e coltivazioni. Qui è piacevole praticare parapendio o organizzare dei giri in bicicletta.

Guia De Isoara: fondamentalmente un paese agricolo e artigiano, vanta una zona a 600 metri dal mare e uno sulla costa con le spiagge di Alcalà, Baja Larga e Méndez.

Granadilla de Abona: si estende dal mare fino alla montagna di Guajara a 2,718 metri di altezza. Dal paesaggio sabbioso a quello lunare è spettacolare nelle sue sfumature.

San Miguel de Abona: natura, due campi da golf e una rete di sentieri per tutti gli amanti dello sport.

Santiago del Teide: Il litorale è famoso, come le scogliere di Los Gigantes, mentre vicino alle vette i paesaggi cambiano e diventano vulcanici, con tradizionali coltivazioni di viti, pomodori, fichi, banani e mandorli.

A Tenerife Nord per visitare…


  • Puerto de la Cruz: superate Santa Cruz e la Laguna (da non dimenticare nel proprio percorso) ci si innamora dei colori di questo luogo con vista oceano. Tra spiagge e calette vulcaniche una sosta la merita Punta Brava o Playa Jardin o il complesso di piscine Lago Martianez.

  • La Orotava, invece, tra valli di banani ha un nucleo storico dichiarato Monumento di Interesse Storico Artistico Nazionale.

  • Los Realejos: Con i suoi cinque spazi protetti è in una posizione privilegiata. Tra le attività preferite dai turisti, il surf da praticare nella spiaggia di El Socorro.


Isla Baja


  • Buena Vista del Norte: è evidente l’eredità andalusa, ma sono le calette tranquille a farla da padrone.

  • Garachico: tutto qui è storia e fu il porto principale di Tenerife fino al 1706. La costa è lunga sei chilometri, l’interno tra chiese, castelli e palazzi storici è imperdibile.

  • Los Silos: un tempo forniva frumento a tutta l’isola, oggi si divide tra vegetazione in trionfo e angoli rurali di grande fascino.

  • El Tanque: tanti spazi protetti e un panorama mozzafiato sulle bellezze dell’Isla Baja. Un angolo perfetto per staccare la spina e dimenticare tutto.


Come arrivare

Chi cerca un volo low cost e periodiche offerte, può optare per EasyJet, che due volte a settimana fa scalo a Tenerife Sur. Da provare la easyJet App per gestire i voli, scaricare carte di imbarco ed effettuare il check-in (http://www.easyjet.com/it/mobile) e, tra le altre, anche Ispirami (http://www.easyjet.com/it/ispirami) per trovare una idea di viaggio, a seconda del proprio budget.

Ultimo aggiornamento: 1 Marzo, 20:00

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma