I "forzati" del virus alle Maldive, famiglia bloccata perché positiva: lavoro agile e Dad dalle vacanze

La storia di Luciano Buson, imprenditore di Conselve, con moglie e figli alle Maldive

Luciano Buson con la moglie Monica
di Nicola Benvenuti
3 Minuti di Lettura
Domenica 16 Gennaio 2022, 10:26 - Ultimo aggiornamento: 13:31

Vanno alle Maldive per Capodanno, ma prima del rientro scoprono di aver contratto il Covid e il soggiorno si prolunga di due settimane. Con tanto di lavoro da remoto e didattica a distanza da un paradiso tropicale. È accaduto a Luciano Buson, imprenditore di Conselve (Padova), alla moglie Monica Benvegnù e a due dei loro cinque figli che ora sperano di riuscire a rientrare a breve, anche se questa atipica quarantena non è stata poi del tutto spiacevole.

L'anno che verrà: il 2022 tra soldi, politica, affetti e la voglia di ripartire (oltre il Covid)


I PROTAGONISTI

Buson è il titolare di Clinilab, ditta leader nel settore della produzione e commercializzazione di dispositivi medici come guanti, siringhe, mascherine, igienizzanti. Il Covid ha messo sotto stress l'azienda dell'imprenditore, che è supportato dai figli maggiori e da altri familiari nell'attività. «Avevamo deciso di passare qualche giorno alle Maldive, un vero paradiso, per staccare un po' racconta Siamo arrivati il 27 dicembre sull'isola di Maayafushi. Tutto è filato liscio fino al giorno prima della partenza. Il 2 gennaio abbiamo fatto, come da protocollo, un tampone rapido e con nostra sorpresa io e mia moglie siamo subito risultati positivi, mentre la figlia più grande, che soggiornava in altro bungalow, è potuta rientrare con il fidanzato perché negativi».

 


«Il giorno dopo ci siamo sottoposti al molecolare, che ha confermato la positività di noi quattro e di altre sei persone del villaggio italiano continua Luciano Così siamo stati trasferiti in una parte più isolata del resort dove di fatto abbiamo prolungato la vacanza». Infatti i Buson, tutti vaccinati, non hanno avuto sintomi.

Omicron, Thailandia: torna la quarantena in hotel per i turisti. Sospeso il pass, le nuove procedure


LA ROUTINE A DISTANZA

«Ci siamo accorti di essere positivi solo perché abbiamo fatto il test rapido» aggiunge Monica. «All'inizio un po' di preoccupazione l'abbiamo avuta, considerando la distanza da casa le fa eco il marito Ma siamo stati costantemente monitorati dal medico della struttura. Sono davvero tutti gentili e premurosi».
Nonostante il fuori programma e la vacanza forzata gli impegni della famiglia non si sono fermati. L'imprenditore è sempre rimasto in contatto con i collaboratori di Clinilab: «La tecnologia aiuta in queste situazioni, sono connesso in tempo reale, a parte le cinque ore di fuso orario, con la ditta». E lo stesso vale per la scuola, ripresa lunedì. «La nostra figlia minore, che frequenta la seconda superiore, segue le lezioni in Dad così non rimane indietro» ha aggiunto Buson. La famiglia si è negativizzata e oggi farà il molecolare, per poi fare ritorno a Conselve lunedì. «Un imprevisto anche piacevole, visto che gran parte del soggiorno aggiuntivo ci verrà rimborsato grazie all'assicurazione stipulata prima di partire» conclude il previdente imprenditore conselvano.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA