Alla scoperta della Catalogna: ecco i must da non perdere

Lunedì 29 Luglio 2019 di Francesca Spanò

Relax, svago, lusso ma anche soluzioni per tutte le tasche. In estate, così come all’inizio dell’autunno la Catalunya è un’ottima idea per un viaggio senza allontanarsi troppo o con pochi giorni a disposizione. Dalla Costa Brava alla Costa Daurada, da Terres de Lleida a Terre De l’Ebre fino alla Val d’Aran, ci si può dedicare alla scoperta di graziosi borghi, alle battute di trekking, alle degustazioni di prodotti tipici o, semplicemente, si può staccare la spina e riposarsi in un contesto davvero molto particolare. Al mare e alle spiagge paradisiache, dunque, la Catalogna associa un’impronta lifestyle da declinare a seconda dei propri gusti ed esigenze.
 

 

Dove andare, cosa non perdere
 
Il must assoluto per cominciare un tour da queste parti è certamente l’amata Barcellona, che piace a tutti (italiani in testa) per le mille attrazioni che offre e la movida frizzante. Il giro può continuare spostandosi verso la Costa Daurada e la Costa Brava dove l’alta cucina e i vigneti in ordinata disposizione, la fanno da padrone. I più avventurosi, invece, possono dedicarsi alle Terres de l’Ebre, in un’area eletta Riserva della Biosfera dell’Unesco. Il parco naturale del Delta de L’Ebre è uno dei principali tesori della regione e considerato la più grande area umida protetta in tutta la Catalunya. Imperdibile è soprattutto la visita dei campi di riso, che coprono ben 7.736 ettari di terreno.

Emozioni da ricordare a lungo: qualche idea
 
Altra alternativa da segnare in agenda è poi la Val d’Aran e i Pirenei, con il volo in mongolfiera sulle aree vulcaniche della Garrotxa che è un’esperienza tutta da vivere. E, ancora, c’è Terres de Lleida, dove il cielo della Sierra del Montsec’s è una vera e propria attrazione, tanto da essere stata certificata come “Riserva Stellare”.
 
Costa Brava o Costa Daurada?
 
La Costa Brava è nota già a partire dal nome, con una rosa vasta di attività che attendono chi la preferisce. Sullo sfondo non mancano mai le caratteristiche barche dei pescatori che sembrano quasi incorniciare l’architettura medievale delle sue case. Nel corso della bella stagione, inoltre, sono numerosi i festival musicali che fanno da colonna sonora ai diversi paesaggi locali. Questa terra ha ispirato diversi prestigiosi chef di tutto il mondo, che vi hanno trovato ispirazione per la realizzazione di piatti di alta cucina. E, infine, c’è il viaggio in Superyacht accompagnati dai pescatori del posto, con la possibilità di mangiare del pesce fresco a bordo e arricchirlo con le bollicine catalane, sullo sfondo di un magico tramonto. La Costa Daurada è conosciuta soprattutto per le spiagge, ma offre molto di più. Gli amanti della storia potranno concedersi passeggiate culturali alla scoperta dell’architettura dell’Impero Romano, come nel caso della vecchia Tarragona. Ma la costa è rinomata per il divertimento e per essere terra di vini. C’è poi PortAventura World, un grande resort e parco divertimenti in grado di rinnovarsi continuamente: l’ultima novità è il Ferrari Land, ispirato alla storia del cavallino rampante. Chi desidera gustare un buon vino, qui può godere del meglio delle produzioni grazie ai vigneti del Priorat. Questa, infatti, è l’unica zona della Catalunya a godere di denominazione DOC.
 
In giro per la Catalunya
 

  • Terres de Lleida colpisce subito per lo scenario incantevole tra cielo e terra e una vasta area rurale incontaminata, carica di uliveti. Chi è interessato, può scegliere di vivere un’esperienza completa all’interno di una delle fattorie e scoprire tutti i segreti su questo prodotto culinario tanto importante. In più, si tratta di una zona incredibile pure per gli amanti di astronomia. Il cielo della Sierra del Montsec’s è una vera e propria attrazione in tal senso, in ogni stagione.
  • Terres de L’Ebre: vivere in simbiosi con la natura qui è possibile: dalla visita al parco alle passeggiate a cavallo, dal divertimento in Windsurf e Kitesurfing, al giro in barca dalla Baia dels Alfacs, la scelta è infinita.
  • Val D’Aran e Pirenei: la destinazione di montagna è interessante per le tante attività che propone. Le popolazioni locali hanno preservato nel tempo le tradizioni e una cultura millenaria, aspetti che rendono autentici e genuini questi posti. In loco, dunque, è possibile guidare una motoslitta al chiaro di luna, cenare in un ristorante tipico e concedersi una giornata di relax e benessere in una delle graziose SPA presenti. In più, ci si può dedicare agli sport estremi come volare in mongolfiera sulle aree vulcaniche della Garrotxa, con una degustazione di prodotti tipici e di Cava, uno dei migliori spumanti catalani.

Ultimo aggiornamento: 31 Luglio, 14:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma