Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Rocca Calascio, l'imponente castello in Abruzzo dove girarono i film Ladyhawke e Il Nome della Rosa

Rocca Calascio
di Maria Serena Patriarca
2 Minuti di Lettura
Domenica 14 Luglio 2019, 20:04 - Ultimo aggiornamento: 17 Luglio, 13:17

Imponente e maestoso, situato in un paesaggio di montagna che gli Inglesi definirebbero “in the middle of nowhere”, il castello di Rocca Calascio, in provincia dell’Aquila, non a caso è stato classificato dal National Geographic fra i 15 castelli più belli al mondo.
 

 

Vera eccellenza storica e architettonica nel Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga, Rocca Calascio si trova ad un’altitudine straordinaria per un castello risalente al Primo Medioevo: ben 1460 metri di altitudine. Alla Rocca si arriva con un breve percorso in salita dal borgo di Calascio, oggi sede di deliziose osterie dove degustare taglieri di salumi e formaggi tipici della zona e ottimi vini locali.

In questo scenario, dove la natura e il vento dominano incontrastati, sono state girate molte scene del film Il Nome della Rosa, diretto da Jean Jaques Annaud, e del film Ladyhawke. Oggi è possibile accedere al Castello e ai ruderi dell’antico borgo gratuitamente tutti i giorni, mentre la Torre è visitabile la domenica. Per tutte le informazioni più dettagliate visitare il sito www.roccacalascio.it.

Montagne a perdita d’occhio circondano Calascio: sono gli Appennini del Gran Sasso, regno dell’orso bruno marsicano, dell’aquila reale e di un ricco patrimonio di flora e fauna. Il Parco è l’ideale per escursioni di trekking, passeggiate a cavallo, yoga en plein air e mountain bike. E nelle vicinanze non perdete l’occasione di visitare uno dei borghi più belli d’Italia: Santo Stefano in Sessanio, con le sue deliziose botteghe di artigianato e le tipiche trattorie dove ci si siede nella grotta per degustare le eccellenze gastronomiche del territorio, lenticchie in primis.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA