Marche da vedere e da mangiare: tra colline e borghi di pietra, nei dintorni di Macerata

Borghi pittoreschi che sembrano usciti dal pennello creativo di un pittore impressionista e tracce di un passato glorioso, rendono la zona collinare nei dintorni di Macerata, un panorama da cartolina da visitare con calma

Marche da vedere e da mangiare: tra colline e borghi di pietra, nei dintorni di Macerata
di Francesca Spano'
3 Minuti di Lettura
Martedì 31 Maggio 2022, 11:11 - Ultimo aggiornamento: 11:12

Un placido orizzonte agreste accoglie il visitatore che sceglie le colline maceratesi, come meta di un viaggio lento, lontani dal traffico e dallo stress quotidiano. Lo spettacolo è garantito tra panorami a tinte accese e gioielli artistici disseminati nella natura. Qui si nota ancora uno dei pochi esempi di felice convivenza uomo-natura che, nei secoli, ha trasformato un territorio brullo in un piccolo angolo di paradiso. In questa geometria di colori, che cambia con le stagioni, ogni luogo ha una storia da raccontare e il soggiorno diventa personalizzato a seconda dei propri gusti ed esigenze.

Colline maceratesi: un pieno di bellezza a cielo aperto

Chi sceglie uno dei tanti tour che si possono prevedere nel territorio, può seguire la Via Lauretana, antico percorso di pellegrinaggio che collega Roma alla Casa Santa di Loreto, con la reliquia della Santa Casa di Nazareth dove, tradizione vuole, sia vissuta la Vergine Maria. Si può anche optare per un giro in bicicletta nei sentieri che costeggiano i crinali delle colline che sorgono tra la valle del Chienti o avvicinarsi al mare, verso i Piani di Apiro, con le sue pinete. Montecassino, invece, è interessante da vedere con la sua struttura tardo-medievale e un dedalo di vicoli e stradine ancora intatte, dal XV secolo. Nelle vicinanze molto carino è anche Montecosaro, un piccolo castello nelle cui vicinanze si trova la Basilica di Santa Maria a Pie’ di Chienti. Un altro borgo medievale da visitare è Montelupone, dove si trova la bella Abbazia benedettina di San Firmano, fondata a fine X secolo.

I borghi lungo la costa: un tour tra i più interessanti

Avvicinandosi alla zona costiera, il tour va certamente adeguato al tempo a disposizione. In pochi giorni di vacanza, ad esempio, ci si può dirigere verso Montecanepino e la sua Villa Buonaccorsi, residenza estiva della potente famiglia maceratese omonima. La dimora incanta anche per la presenza di uno dei più bei giardini all’italiana delle Marche.

Viaggio e gastronomia: cosa mangiare nei dintorni di Macerata

Il lato gastronomico di una permanenza fuori è sempre importante, tanto quanto la vacanza. In più, dice molto dell’anima, del passato e delle tradizioni di un popolo. Queste sono le zone dei vincisgrassi, le famose lasagne marchigiane formate da sette strati di pasta tirata a mano. Durante la preparazione vengono insaporite con besciamella e tanto ragù, lavorato con ottime carni miste all’aia. A tal proposito, si preferiscono oca, anatra, pollo, coniglio e maiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA