Pedofilia nella Chiesa, partita una petizione web per chiedere alla Cei di aprire gli archivi e fare luce

Pedofilia nella Chiesa, partita una petizione web per chiedere alla Cei di aprire gli archivi e fare luce
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 13 Ottobre 2021, 15:46

Città del Vaticano – E' partita in questi giorni una petizione choc per chiedere al cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, di affrontare la piaga degli abusi sessuali nella Chiesa italiana avviando una indagine conoscitiva come quella portata a termine dall'episcopato francese, da quello tedesco, irlandese, belga, austriaco.

In Italia sull'argomento la Chiesa sembra avanzare piuttosto lentamente e senza la stessa trasparenza di altri episcopati. 

Vaticano, vittime pedofilia contro Corte Europea: «Impunità? Stupido negare il nesso con le diocesi»

La petizione che si può firmare on-line ( cardinal-gualtiero-bassetti-vogliamo-una-commissione-indipendente-che-indaghi-sugli-abusi-nella-chiesa-italiana?utm_content=cl_sharecopy_31021008_it-IT%3A1&recruiter=39965527&utm_source=share_petition&utm_medium=copylink&utm_campaign=share_petition ) e inizia così. «Pochi giorni fa sono emersi i risultati del lavoro della Commissione indipendente sugli abusi sessuali nella Chiesa Cattolica commissionato dalla Conferenza Episcopale Francese. Le dimensioni dell'orrore che emergono (più di 200.000 vittime in settant'anni) ci dice ancora una volta quant'è importante che le vittime vengano ascoltate e che la verità venga alla luce.  La Chiesa italiana, pur avendo attivato dei servizi rivolti alle vittime, non ha ancora voluto una vera, sistematica, approfondita inchiesta sugli abusi che si sono verificati nel nostro Paese e questa è una grave mancanza, dal momento che nessun intervento può essere efficace finché non si conoscono le dimensioni del problema».

«Riteniamo che questo grave ritardo debba essere recuperato e pertanto chiediamo, come battezzate e battezzati, alla presidenza della Conferenza episcopale italiana, di provvedere al più presto a commissionare una indagine analoga a quella francese ad un organismo altrettanto serio e indipendente. La nostra fiducia nella nostra Chiesa, incrinata dagli scandali, ha bisogno di questo passo. La verità del Vangelo lo richiede». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA