Pedopornografia, il Papa richiama i giganti del web: ogni giorno scaricate 720mila foto di abusi sessuali su minori

Giovedì 14 Novembre 2019
Pedopornografia, il Papa richiama i giganti del web: ogni giorno scaricate 720mila foto di abusi sessuali su minori

Città del Vaticano - La pedo-pornografia è in forte aumento. Papa Francesco stamattina ha chiesto ai giganti del web di adottare misure più rigorose per proteggerli tenendo conto che ogni giorno 200.000 bambini nel mondo vanno su internet per la prima volta.
 
Nel Dossier abuso sessuale e pedofilia diffuso da Telefono Azzurro emerge (secondo una stima di Microsoft) che  ogni giorno vengono scaricate 720.000 immagini rappresentanti abusi sessuali sui bambini. La recente pubblicazione annuale della Internet Watch Foundation evidenzia come lo scorso anno siano stati esaminate 229.328 url, di cui 105.047 di contenuto pornografico: il 23% mostrava violenza o torture sessuali commesse su minori.
 
Nel corso del 2017 la permanenza online in 29 paesi ha esposto il 56% di bambini in età compresa tra gli 8 e i 12 anni a cyberbullismo, dipendenza da videogiochi, minacce sessuali online ed incontri offline. 

Secondo l'Oms, ogni anno 200 milioni di bambini subiscono abusi sessuali. E capita sempre più frequentemente che questo abuso si svolga online o venga acquisito e distribuito illegalmente. In questo caso, internet è un fattore di abuso e sfruttamento.   
 
Il database dell'Interpool sullo sfruttamento sessuale infantile contiene oltre 1,5 milioni di immagini e video che riportano collettivamente all'abuso di oltre 19.400 minori.
 
Nel 2018, la Internet Watch Foundation ha rilevato un aumento del 32% del numero di siti che contenevano immagini CSAM (child sexual abuse material): Il 39% delle vittime aveva meno di 10 anni, il 55% aveva tra 11 e 13 anni ed il 5% aveva 14-15 anni.
Il 78% rappresentava ragazze, il 17% rappresentava ragazzi ed il 4% rappresentava entrambi i sessi. Il 23% di tutte le immagini CSAM (child sexual abuse material) è stato del tipo più brutale, comprese le immagini di stupro o tortura.

Secondo i dati di Telefono Azzurro riguardanti l'abuso sessuale, l'adescamento e la pedopornografia online in Italia costituiscono rispettivamente il 7,9'% ed il 5,40% delle richieste di aiuto pervenute nel 2018. Nell’ambito della pedopornografia online, lo scorso anno, sono state registrate 532 denunce e 43 arresti. Dalle complesse operazioni di prevenzione della Polizia di Stato, è scaturita una assidua attività di monitoraggio della Rete, che ha visto coinvolti 28.560 siti internet, di cui 2.077 inseriti nelle black list. Nel corso dell’anno 2018 i siti internet segnalati sono aumentati sino ad arrivare a 33.086, di cui 2.182 inseriti nelle black list. Si conferma la rilevanza del fenomeno dell’adescamento di minori online che ha registrato 437 casi trattati che hanno portato alla denuncia di 158 soggetti all’arresto di 19.
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma