Abusi, anche Chiesa del Portogallo autorizza maxi commissione di indagine per fare luce

Abusi, anche Chiesa del Portogallo autorizza maxi commissione di indagine per fare luce
di Franca Giansoldati
3 Minuti di Lettura
Venerdì 12 Novembre 2021, 21:09

Città del Vaticano - Anche i vescovi del Portogallo hanno deciso di seguire l'esempio della Francia e della Germania per fare luce sulla piaga della pedofilia nella Chiesa. La Conferenza episcopale portoghese (CEP) ha annunciato la creazione di una commissione nazionale incaricata di indagare su tutti gli episodi di abusi sessuali su minori e adulti vulnerabili commessi all'interno delle strutture diocesane e religiose portoghesi. Si tratta di un passaggio importante che segna una conferma della ricezione dei documenti di Papa Francesco contro la pedofilia. «Non abbiamo paura di fare tutto questo, al contrario», ha detto il presidente della conferenza, monsignor José Ornelas incontrando un gruppo di giornalisti al termine della assemblea plenaria che ha visto riuniti i vescovi portoghesi. Durante i lavori del summit è stata concordata la creazione della commissione nazionale con l'obiettivo di effettuare uno "studio storico" dei casi di abuso. Al momento non è stato specificato il termine temporale entro il quale fare luce anche se i vescovi hanno sottoscritto che l'organismo avrà totale indipendenza e non sarà minimamente controllata dalla conferenza episcopale.

Un po' come è capitato anche in Francia dove la CIASE – il nome della commissione francese guidata da un autorevole giudice – ha potuto avere accesso agli archivi riservati conservati nelle diocesi. Ornelas ha detto che i vescovi vogliono arrivare «al fondo delle questioni e che la Chiesa è pronta a tutto». «Non vogliamo in alcun modo condizionare il lavoro di questa commissione, ma occorre avere una chiara dimensione del fenomeno», ha spiegato il vescovo di Setúbal.«Se ci sono stati atteggiamenti di copertura in passato, ci occuperemo anche di quelli. Fa parte dell'onestà con cui dobbiamo affrontare la cosa». Qualche giorno fa, prima dell'inizio dell'assemblea plenaria, 250 cattolici avevano chiesto, in una lettera inviata alla CEP, un'indagine indipendente sugli abusi perché considerano le misure adottate totalmente insufficienti. I firmatari hanno chiesto un'indagine nazionale rigorosa, completa e veramente indipendente con un arco di tempo di 50 anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA