PAPA FRANCESCO

Papa Francesco, scuse dopo gli schiaffi alla fedele: «A volte perdo la pazienza»

Martedì 31 Dicembre 2019 di Franca Giansoldati
27
Papa Francesco, scuse dopo gli schiaffi alla fedele: «A volte perdo la pazienza»

Spiacevole incidente tra la folla per Papa Francesco. Dopo la solenne celebrazione del Te Deum nella basilica vaticana il Papa è sceso sulla piazza San Pietro per ammirare il grande presepe plastic free che quest’anno è stato donato dal Trentino. Mentre si trovava a pochi metri dalla Natività si è avvicinato alla folla stipata dietro le transenne per salutare i fedeli. A un tratto una donna gli ha preso la mano, strattonandogli il braccio. Il brusco movimento deve avere provocato dolore al pontefice. 

Il precedente del 2006 in Messico: Papa rimprovera un ragazzo che per poco non lo faceva cadere VIDEO
Il precedente del 2009: Papa Benedetto XVI aggredito da una donna durante la messa di Natale a San Pietro

Papa Francesco, bagno di folla a San Pietro: «Roma non è solo degrado e corruzione»
Papa Francesco in una parrocchia sulla Nomentana a Roma per il funerale di un'amica

Sul suo volto sorridente è subito apparsa una smorfia, poi il Papa per liberarsi dalla stretta della signora è stato costretto a schiaffeggiare la mano della donna che continuava a tirargli la manica della talare bianca. Dietro di lui ha assistito alla scena il suo aiutante che gli portava la solita cartella di pelle nera. Da qualche tempo il Papa sembra desiderare maggiore libertà nei suoi movimenti e di conseguenza la scorta resta sempre un po’ indietro.​

Papa Francesco e la sciatalgia che lo tormenta: ecco perché ha reagito così alla fedele
 

 
 

Papa Francesco arrabbiato, si pente e chiede scusa

Con un piccolo gesto rivoluzionario Papa Francesco si scusa per la reazione avuta ieri, quando ha schiaffeggiato la mano di una donna che lo stava strattonando in piazza San Pietro, dopo la celebrazione del Te Deum. «Gesù non ha tolto il male dal mondo ma lo ha sconfitto alla radice. La sua salvezza non è magica, ma 'pazientè, cioè comporta la pazienza dell'amore, che si fa carico dell'iniquità e le toglie il potere», ha detto Bergoglio, che poi, parlando a braccio, ha sottolineato: «A volte perdiamo la pazienza. Anche io. E chiedo scusa per il cattivo esempio di ieri».

Schiaffi del Papa, valanga di tweet: «Sta mano po' esse' ferro e po' esse' piuma» «Bergoglio ma non mollo»
 


L'analisi di Vatican News
La confessione del Papa all'Angelus è stato un gesto «bello» perché ha avuto il coraggio di confessare la propria debolezza. Lo evidenzia Vatican News nell'editoriale di oggi. «È bello che Francesco all'Angelus abbia chiesto scusa davanti al mondo per il gesto d'impazienza che ha avuto ieri durante la visita al presepe in Piazza San Pietro. Una donna lo ha strattonato con forza facendogli male al braccio: e il Papa ha perso la pazienza. Che bello che abbia confessato davanti al mondo la sua debolezza. Nella Giornata mondiale della pace. Perché tutti, proprio tutti, abbiamo bisogno della misericordia di Dio», e «il cristiano non è più bravo degli altri. E' una persona che quando cade si lascia rialzare dalla misericordia di Dio», sottolinea il portale vaticano.

Papa Francesco: ogni violenza alle donne è profanazione di Dio 

Papa Francesco chiede scusa a Piazza San Pietro


 

Ultimo aggiornamento: 2 Gennaio, 11:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma