A Papa Francesco il plauso della Massoneria: «Compiuti passi da gigante per la fratellanza universale»

A Papa Francesco il plauso della Massoneria: «Compiuti passi da gigante per la fratellanza universale»
di Franca Giansoldati
3 Minuti di Lettura
Martedì 9 Febbraio 2021, 11:30 - Ultimo aggiornamento: 10 Febbraio, 11:23

Città del Vaticano – Per la seconda volta nell'arco di qualche mese Papa Francesco ha raccolto il plauso della Massoneria e l'incoraggiamento a rafforzare il concetto di fratellanza, al centro dell'importante documento inter-religioso siglato dal Papa e dal Grande Imam di Al Azhar negli Emirati Arabi Uniti, durante il viaggio apostolico di due anni fa ( papa-francesco_20190204_documento-fratellanza-umana.html ). Poco dopo la diffusione di questo documento storico la Gran Loggia spagnola aveva diffuso un messaggio pubblico invitando «tutti i massoni del mondo a unirsi alla petizione di Papa Francesco per la fratellanza tra persone di diverse religioni». 

Il medesimo entusiasmo è stato manifestato anche alcuni giorni fa, dopo che il Papa ha partecipato – collegandosi da Santa Marta – al primo anniversario della giornata della Fratellanza, organizzato dallo sceicco emiratino Mohamed Bin Zayed, dall'Imam Al Tayyeb, il principale referente dell'area sunnita al mondo, alla presenza del Segretario generale dell'Onu, Guterres.

Il messaggio pubblico diffuso dalla Loggia spagnola a commento di questo percorso sulla fratellanza tra fedi fa riferimento alle difficoltà che finora ci sono state a portare avanti un dialogo pieno e costruttivo per un futuro comune. «È possibile che nel XXI secolo si possa finalmente aspirare alla piena Fraternità Umana, alla tolleranza reciproca delle nostre profonde differenze? Saremo capaci, tra tutti noi, di costruire questo sogno? La Massoneria Universale trattiene il fiato davanti al passo da gigante compiuto dall'Umanità il 4 febbraio, quando, per la prima volta nella sua Storia, il mondo ha celebrato la Giornata Internazionale della Fraternità Umana. In questi giorni bui, quello che è successo il 4 febbraio è un raggio di speranza, la prima pietra per trasformare il mondo in un tempio dell'amore fraterno che ci possa ospitare tutti» si legge. 

La Massoneria annota positivamente che i leader delle due grandi religioni, Papa Francesco e il Grande Imam di al-Azhar, Ahmed el Tayeb, si sono incontrati di nuovo, «si sono chiamati a vicenda fratello - si legge ancora nel messaggio - allo scandalo di chi ancora non capisce che il fondamentalismo è la via dell'odio, hanno voluto chiedere al mondo di ascoltare l'appello alla fratellanza universale tra tutti gli esseri umani per costruire insieme un futuro comune».

Il Papa in quella occasione ha affermato che «la fraternità è la nuova frontiera dell'umanità; o siamo fratelli o ci distruggiamo a vicenda. È la sfida del nostro secolo, del nostro tempo. Fraternità significa mano tesa, fraternità significa rispetto. Fraternità significa ascoltare a cuore aperto. Fraternità significa fermezza nelle proprie convinzioni. Dobbiamo vederci come fratelli nati dallo stesso Padre, con culture e tradizioni diverse, ma tutti fratelli».

© RIPRODUZIONE RISERVATA