MATTEO SALVINI

Papa Francesco fa servire a 1.500 poveri lasagne halal per rispettare i musulmani

Domenica 17 Novembre 2019 di Franca Giansoldati
16
Papa Francesco fa servire a 1.500 poveri le lasagne halal per rispettare i musulmani

Città del Vaticano - Dopo i tortellini al pollo in rispetto dei musulmani, Papa Francesco ha fatto servire a 1.500 poveri le lasagne alla bolognese, con il sugo fatto senza la carne di maiale come, invece, vorrebbe la tradizione culinaria tradizionale. Nell'Aula Paolo VI, in Vaticano, è stato servito un menù rigorosamente halal, senza il maiale, per  permettere agli islamici presenti di mangiare senza alcun problema. 

Salvini contro i tortellini "filo-immigrati"

A specificare questa variante gastronomica è stato  monsignor  Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio della Nuova Evangelizzazione, il dicastero che cura l'organizzazione della Giornata Mondiale del Povero istituita dal Pontefice. 

La disfida del tortellino al pollo, il modenese Guccini approva: «Che problema c'è?»

«Qui non c'e' carne di maiale, anche gli altri ospiti possono mangiare tranquillamente tutto», ha detto Fisichella all'inizio del pranzo. 

Salvini: «Tortellini senza maiale? Non ce l'ho con gli islamici, così si cancella la nostra storia»

Il mese scorso era stata sollevata una bufera nazionale senza precedenti, soprattutto in Emilia Romagna, dopo che il nuovo arcivescovo di Bologna Zuppi aveva fatto servire in piazza per la festa del santo patrono dei tortellini senza la carne di maiale, ma solo di pollo. Gli emiliani erano insorti indignati e si erano creati subito due partiti, quello dei puristi a difesa della ricetta secolare e quello degli aperturisti, propensi ad adattare le ricette tradizionali alle nuove culture dei migranti.
 

 

Ultimo aggiornamento: 17:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma