Papa Francesco torna a Firenze, la città di La Pira per incontrare i sindaci del Mediterraneo

Papa Francesco torna a Firenze, la città di La Pira per incontrare i sindaci del Mediterraneo
di Franca Giansoldati
3 Minuti di Lettura
Lunedì 15 Novembre 2021, 19:30

Città del VaticanoPapa Francesco torna a Firenze, la città di Giorgio La Pira, il sindaco 'santo', per incontrare tutti i vescovi e i sindaci del Mediterraneo, un maxi raduno organizzato dalla Cei. A dare l'annuncio del prossimo viaggio papale (che si terrà il 27 febbraio 2022) è stato il cardinale presidente Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia. Il tema centrale della visita sarà la grande questione delle migrazioni. Nel programma previsto dopo il discorso ufficiale Bergoglio, nella Sala d'Arme di Palazzo Vecchio, abbraccerà alcune famiglie di rifugiati e immigrati.

«Le sfide che siamo chiamati ad affrontare costituiscono uno stimolo a superare le barriere che segnano il Mediterraneo e a intensificare l’incontro e la comunione fra le Chiese sorelle. Solo tessendo relazioni fraterne è possibile promuovere il processo d’integrazione. Ripartiamo, allora, da Firenze per far sì che le sponde del Mediterraneo tornino a essere simbolo di unità e non di confine» ha chiarito Bassetti. 

La causa di beatificazione di Giorgio La Pira dopo anni di rallentamento è stata sbloccata da Papa Francesco 5 anni fa con la firma del decreto delle virtù eroiche: attualmente è in attesa che venga riconosciuto un miracolo. La causa era stata istituita nel 1986 e ha comportato l'analisi teologica di tutti gli scritti di La Pira, la raccolta delle dichiarazioni di centinaia di testimoni, la relazione su alcuni documenti inediti. Una mole enorme di lavoro che si è chiusa nel 2005 quanto la documentazione è stata trasferita in Vaticano, alla congregazione delle cause dei santi.

Nel luglio 2018 Papa Francesco ha firmato il decreto per le virtù eroiche del Servo di Dio. Gli attori della causa (il convento di San Marco a Firenze, l'Istituto secolare dei missionari della regalità di Cristo e la Fondazione La Pira) hanno stampato una preghiera per la beatificazione e la canonizzazione. «O Dio che concedesti al tuo Servo di Dio la grazia di amarti e testimoniarti in modo ammirevole nella vita culturale, sociale e politica del nostro tempo, concedici le grazie che ti domandiamo, fa che sia riconosciuta dalla Chiesa l'eroicità delle sue virtù perché sia venerato dal popolo cristiano come ispiratore della carità, di giustizia e pace».

© RIPRODUZIONE RISERVATA