L'Imam di Perugia loda il documento del Papa firmato ad Abu Dhabi: «Testo che va diffuso»

L'Imam di Perugia loda il documento del Papa firmato ad Abu Dhabi: «Testo che va diffuso»
di Franca Giansoldati
1 Minuto di Lettura
Venerdì 1 Marzo 2019, 19:49

Roma - L'Imam di Perugia, Adbel Qader, loda il documento di Papa Francesco che è stato firmato ad Abu Dhabi con il grande Imam di Al Azhar, Al Tayyeb. «Quella dichiarazione è molto bella. L'ho letta e sono convinto che vada diffusa. Dobbiamo mettere davvero a frutto quello che è in quelle pagine». Qader parla di un cammino positivo tra il cristianesimo e l'Islam a margine della presentazione del francobollo commemorativo dei 700 anni dell'incontro tra San Francesco e il sultano Al Malik, in Egitto. 

Nel testo firmato negli Emirati Arabi cristiani e musulmani si impegnano «ad adottare la cultura del dialogo come via; la collaborazione comune come condotta; la conoscenza reciproca come metodo e criterio». Tra le pagine del testo si affronta il concetto della piena cittadinanza dei cattolici rinunciando all’uso discriminatorio del termine minoranze. Viene condannato l’estremismo e l’uso politico delle religioni, «il diritto alla libertà di credo e alla libertà di essere diversi», la protezione dei luoghi di culto e il dovere di riconoscere alla donna il diritto all’istruzione, al lavoro, all’esercizio dei propri diritti politici interrompendo «tutte le pratiche disumane e i costumi volgari che ne umiliano la dignità e lavorare per modificare le leggi che impediscono alle donne di godere pienamente dei propri diritti». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA