CORONAVIRUS

Papa Francesco contro il nepotismo, ci sono governi che coprono la corruzione dei parenti

Domenica 28 Giugno 2020

Città del Vaticano - Il Papa denuncia all'Angelus il nepotismo. NOn fa riferimenti specifici, non indica situazioni particolari, mette solo in luce la negatività di un fenomeno molto diffuso in tanti paesi e ambienti. «Gesù non intende di certo sottovalutare l’amore per i genitori e i figli, ma sa che i legami di parentela, se sono messi al primo posto, possono deviare dal vero bene. Alcune corruzioni nei governi vengono perché l'amore nella parentela è più grande dell'amore per la patria, e mettono in carica i parenti. Tutti potremmo portare tanti esempi al riguardo. Senza parlare di quelle situazioni in cui gli affetti familiari si mischiano con scelte contrapposte al Vangelo». Al termine della preghiera mariana ha ricordato la catastrofe umanitaria nello Yemen, la guerra in corso in Siria, le alluvioni in Ucraina. 

Il 30 giugno, si terra' la quarta Conferenza dell'Unione Europea e delle Nazioni Unite per sostenere il futuro della Siria e della regione. Un summit che si spera possa «migliorare la drammatica situazione del popolo siriano e dei popoli vicini, in particolare del Libano, nel contesto di gravi crisi socio-politiche ed economiche che la pandemia ha reso ancora piu' difficili. Pensate che ci sono bambini con la fame che non hanno da mangiare, per favore che i dirigenti siano capaci di fare la pace» ha aggiunto il Papa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani