Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Papa Francesco come sta? Ricoverato al Gemelli fino a domenica, i medici: «Prudenza»

Papa Francesco come sta? Ricoverato al Gemelli fino a domenica, i medici: «Prudenza»
di Franca Giansoldati
3 Minuti di Lettura
Martedì 13 Luglio 2021, 13:46 - Ultimo aggiornamento: 14 Luglio, 11:50

Città del Vaticano - I medici avrebbero suggerito al Papa di avere pazienza, di non affrettare il suo ritorno a Santa Marta con la conseguente ripresa degli impegni, attendendo qualche giorno in più del previsto per non compromettere il percorso di guarigione avviato in modo soddisfacente dopo l'intervento subito domenica scorsa.

Papa Francesco rimane ricoverato al Gemelli, il portavoce: «Ha gioito per l'Italia e per l'Argentina»

Papa Francesco, come sta e quanto torna in Vaticano

Probabilmente il paziente numero uno del Gemelli - secondo quanto si apprende - tornerà a casa questo fine settimana, anche se tutto dipenderà dalla valutazione dei sanitari che lo hanno in cura. Il recupero, in pratica, prosegue senza problemi tuttavia viene valutato con prudenza e viene monitorato con attenzione: vi sarebbe il timore che eventuali movimenti bruschi possano creare problemi alla cicatrizzazione della operazione che il Papa ha subito.

Papa Francesco striglia gli ospedali cattolici mal gestiti che rischiano di essere venduti a privati

 

Il comunicato diffuso dal Vaticano

In mattinata il Vaticano ha diffuso il comunicato quotidiano con il quale si informa che il Papa sta continuando le «cure previste e la riabilitazione, che gli permetterà quanto prima il ritorno in Vaticano». Papa Francesco dal decimo piano del suo appartamento al Gemelli non manca di essere vicino a coloro che soffrono. «Fra i tanti ammalati incontrati in questi giorni, il Papa rivolge un pensiero particolare a quanti, allettati, non possono tornare a casa: che possano vivere questo tempo come un’opportunità, anche se vissuta nel dolore, per aprirsi con tenerezza al fratello o alla sorella malati nel letto accanto, con cui si condivide la medesima umana fragilità».

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA