PAPA FRANCESCO

Papa Francesco ai nuovi 13 cardinali: gli uomini di Chiesa sleali non hanno compassione

Sabato 5 Ottobre 2019 di Franca Giansoldati
1

Città del Vaticano - Papa Francesco ha celebrato il concistoro a San Pietro e davanti ai nuovi 13 cardinali che ha creato si lamenta «di tanti comportamenti sleali di uomini di Chiesa». Atteggiamenti, spiega, che «dipendono dalla mancanza di questo senso della compassione ricevuta, e dall’abitudine di guardare da un’altra parte, dall’abitudine dell’indifferenza». Eppure, ha aggiunto la compassione «e' un requisito essenziale. Concretamente ho compassione per quel fratello? Per quel vescovo? Per quel prete? Oppure sempre distruggo con il mio atteggiamento di condanna, di indifferenza? Di guardare da un'altra parte in realta' per lavarmene le mani? Da questa consapevolezza viva dipende anche la capacita' di essere leale nel proprio ministero». 

Il neo cardinale di Lussemburgo, l'Europa è intaccata dai populismi e poi aggiunge, prossimo Papa africano

I 13 nuovi cardinali hanno giurato fedeltà e obbedienza, il Papa ha imposto loro la berretta, consegnato l’anello e assegnato un titolo o una diaconia, in pratica le chiese della diocesi di Roma a sottolineare lo stretto legame tra la loro nuova dignità e la sede di Pietro. Il rito del concistoro si è svolto secondo un’antica tradizione nel segno della collegialità. È il sesto del pontificato che con cadenza annuale continua ad ampliare la rappresentanza dei popoli del mondo nel collegio cardinalizio. Con questo concistoro la maggioranza dei cardinali è ora rappresentata da elettori di 'osservanza bergogliana' visto che sono tutti stati creati da Papa Francesco. Li ha scelti nelle periferie, in zone lontane, li ha voluti  per la visione progressista e aperturista che condividono con lui. 

Papa Francesco, il cardinale Kasper: il pontefice vuole controllare la sua successione

Tre di loro hanno superato gli ottant’anni e non sono elettori attivi nell'eventualità di un conclave. 

Ecco l'elenco dei nuovi cardinali di Papa Francesco

Provengono da diversi paesi — due sono nati in Spagna, due in Italia, uno in Portogallo, uno in Indonesia, uno a Cuba, uno nella Repubblica Democratica del Congo, uno in Lussemburgo, uno in Guatemala, uno in Repubblica Ceca, uno in Gran Bretagna e uno in Lituania — e in diversi continenti svolgono la loro missione: uno in Asia, due in America latina, tre in Africa, tre in Europa; mentre tre sono al servizio della Curia romana e un altro lo è stato a lungo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma