CORONAVIRUS

Il Papa rende omaggio alla santa polacca amata da Wojtyla, la mistica della divina misericordia

Giovedì 16 Aprile 2020 di Franca Giansoldati

Città del Vaticano - Papa Francesco domenica prossima dirà messa nella chiesa di Santo Spirito in Sassia, divenuta punto di riferimento dei polacchi e del culto della divina misericordia. Un culto ravvivato dalle visioni di una mistica polacca morta nel 1938 che lasciò nei suoi diari le visioni di Gesù e dei morti in Paradiso, Purgatorio e Inferno. Santa Faustina Kowalska fu canonizzata da Papa Wojtyla che era molto legato alla sua figura.

Al tempo del Concilio Vaticano II, fu proprio il giovane vescovo di Cracovia, Wojtyla, allora quarantenne, a consegnare al cardinale Ottaviani una nuova traduzione del diario della suora. Questo permise di sbloccare il veto del Santo Uffizio e avviare la procedura di beatificazione della mistica polacca che fu poi canonizzata da Paolo II il 30 aprile del 2000.

Nel ventesimo anniversario della canonizzazione di Suor Faustina Kowalska e dell’istituzione della Domenica della Divina Misericordia, Francesco presiederà una messa nella Chiesa di Santo Spirito in Sassia. Sarà in forma privata e, al termine, ci sarà recita del Regina Coeli.

Il rito sarà trasmesso in streaming sul sito Vatican News con i commenti in lingua italiana, francese, inglese, tedesca, spagnola, portoghese e araba. Le immagini dell’evento saranno distribuite da Vatican Media ai media che ne faranno richiesta, in modo da raggiungere i fedeli di tutto il mondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani