PAPA FRANCESCO

La Laudato Si fa proseliti, Juliette Binoche in Vaticano guida delegazione per salvare la terra dallo sfruttamento

Mercoledì 26 Agosto 2020 di Franca Giansoldati

Città del Vaticano - La visione della Laudato Si fa proseliti. L'attrice francese Juliette Binoche, insieme ad una delegazione di attori, ricercatori e attivisti francesi, il prossimo 3 settembre sarà ricevuta in Vaticano dal Papa a Santa Marta. Si discuterà del tema della 'casa comune' che sta tanto a cuore a Bergoglio. L'attrice francese assieme all'astrofisico Aurelien Barrau, nel 2018 aveva lanciato su Le Monde una petizione internazionale, raccogliendo 200 firme nel mondo dello show biz e accademico, per sensibilizzare l'opinione pubblica della necessità di un cambio di rotta nei consumi, nelle abitudini, nello stile di vita. Le risorse della terra non sono infinite. Barrau aveva sintetizzato così l'appello: «il nostro stile di vita è senza senno. Siamo tutti colpevoli, ma certi miliardari e tanti politici sono privi di vergogna»

Guidata da monsignor Eric de Moulins Beaufort, arcivescovo di Reims e presidente della Conferenza episcopale francese, la delegazione conterà anche sulla presenza di Pablo Servigne, ricercatore e teorico della ''collapsologia'', una teoria catastrofista che in Francia sta guadagnando terreno a fronte dei cambiamenti climatici e che teorizza l'imminente collasso della nostra civiltà. '

L'incontro con papa Francesco rientra in un grande progetto avviato lo scorso novembre dalla Chiesa di Francia.

Binoche e Barrau nell'appello avevano messo in evidenza che gli economisti che promettono una crescita infinita non dicono il vero e di fatto contraddicono le leggi della fisica e della biologia, ovvero la capacità di riproduzione e perennità delle specie.

Ultimo aggiornamento: 16:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA