CORONAVIRUS

Vaticano, Guardie Svizzere con la mascherina per la prima volta

Lunedì 4 Maggio 2020 di Franca Giansoldati

Città del Vaticano - All'ingresso di Sant'Anna, ai cancelli, da stamattina le Guardie Svizzere che controllano i confini dello stato vaticano per la prima volta dallo scoppio della pandemia montano la guardia con la mascherina. Le disposizioni di indossare protezioni contro il covid-19 sono arrivate dal Papa solo stamattina. «Nuove disposizioni» confermano dal quartier generale. 

Di fatto da oggi anche in Vaticano finisce il lockdown e inizia la fase 2 che prevede un inevitabile maggiore flusso di persone che entrano ed escono dal piccolo stato pontifcio. 

L'obbligo di indossare mascherine riguarda anche i gendarmi. In Vaticano sono stati riscontrati 10 casi di positività, secondo quanto ha annunciato la sala stampa vaticana. 

Intanto le Guardie Svizzere si preparano a festeggiare lo storico anniversario delle 147 Guardie cadute durante il Sacco di Roma,  nel 1527 con la deposizione della corona sul “Piazzale dei Protomartiri Romani”. La commemorazione sarà preceduta dalla messa nella chiesa del Campo Santo Teutonico. Il tutto verrà trasmesso in streaming su www.guardiasvizzera.ch.

Il Giuramento delle nuove guardie che doveva esserci il 6 maggio, è stato spostato al 4 ottobre 2020. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani