CORONAVIRUS

Coronavirus, Betlemme è una città fantasma, tutti i frati sono in isolamento anche a Gerusalemme

Lunedì 16 Marzo 2020
Coronavirus, Betlemme è una città fantasma, tutti i frati sono in isolamento anche a Gerusalemme

Coronavirus, Betlemme ormai è una città fantasma. Anche i frati della Custodia sono in isolamento. La stessa cosa accade a Gerusalemme, al convento di san Salvatore, sede della Custodia di Terra Santa. Tutti i frati e i seminaristi sono in quarantena dopo le indicazioni che ha dato Israele in questi giorni. Nel frattempo il Custode, padre Francesco Patton e l'amministratore apostolico, monsignor Pierbattista Pizzaballa, sono usciti dal periodo di isolamento che era stato loro imposto dopo essere tornati dall'Italia due settimane fa. Entrambi avevano partecipato alla messa del Papa a Bari con i vescovi del Mediterraneo.

Patton - per precauzione - ha deciso che tutti gli studenti presenti nelle loro case possono uscire solo se devono andare a scuola o per il servizio religioso, altrimenti li invita a restare a casa e usare il tempo per studiare e per pregare. Il divieto vale anche per gli altri frati, possono uscire solo per reali necessità, altrimenti meglio restare in convento. Sono state anche sospese le visite degli ospiti in mensa, proprio per ridurre i rischi di diffusione del virus. 

La cittadina di Betlemme è stata posta già dalla scorsa settimana in regime di quarantena, dopo che nell’area erano stati diagnosticati i primi 16 casi di persone contagiate dal Covid -19. Da diversi giorni Betlemme si presenta quasi irriconoscibile, senza gente, senza turisti, con poche persone che arrivano. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Zero pubblico, il Bioparco pensa ai fondi

di Marco Pasqua