PAPA FRANCESCO

I vescovi tedeschi pronti a diminuire il potere clericale, si discute anche di celibato

Venerdì 15 Marzo 2019
Città del Vaticano - I vescovi tedeschi sono fermamente intenzionati a promuovere una riflessione sul celibato sacerdotale, l'insegnamento della Chiesa in materia di morale sessuale e sulla riduzione del potere clericale per impedire il rischio degli abusi di potere che emergono palesemente nelle vicende legate alle violenze su donne o minori. Ad annunciarlo è stato il cardinale Reinhard Marx di Monaco e Freising. Si tratta, ha detto, di un «processo sinodale vincolante» per affrontare le tre questioni principali. Parlando alla conclusione della sessione plenaria della conferenza episcopale tedesca, Marx ha detto ai giornalisti che i vescovi hanno deciso all'unanimità di riflettere su questi tre argomenti.

«La Chiesa ha bisogno di progressi sinodali e Papa Francesco ci incoraggia». Marx ha aggiunto che l'insegnamento della Chiesa sulla moralità sessuale deve fare passi in avanti. Inoltre, ha detto, il significato della sessualità per la personalità non ha ancora ricevuto sufficiente attenzione dalla Chiesa. «I vescovi sentono che spesso non sono in grado di parlare su questioni relative al comportamento sessuale attuale». 

Marx ha anche affermato che i vescovi tedeschi apprezzano il celibato sacerdotale come espressione del legame religioso con Dio e non vogliono rinunciarvi. Tuttavia si interrogano su fino a che punto il celibato sia un elemento di testimonianza sacerdotale. Infine l'abuso di potere del clero, a suo parere, costituisce un tradimento della fiducia delle persone che hanno bisogno di stabilità e di orientamento religioso. Pertanto si tratta di identificare quali misure devono essere prese per ottenere «la necessaria riduzione del potere ecclesiastico». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La maledizione del marchio dopo il flop di Rome & You

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma