Già fatto - Asia Bibi finalmente libera può espatriare in Canada e riabbracciare le figlie

Già fatto - Asia Bibi finalmente libera può espatriare in Canada e riabbracciare le figlie
1 Minuto di Lettura
Martedì 29 Gennaio 2019, 15:06 - Ultimo aggiornamento: 15:11

Città del Vaticano - La vicenda giudiziaria di Asia Bibi si conclude. La donna - di fede cristiana - ora potrà finalmente espatriare e rifugiarsi in Canada con la propria famiglia. La Corte suprema del Pakistan ha rigettato la richiesta di riapertura del processo dal quale, Asia Bibi era stata scagionata lo scorso ottobre. La donna era finita in carcere con l’accusa di blasfemia e lo spettro della pena capitale. In carcere ha trascorso ben 9 anni.

Asia Bibi si trova ancora in una località segreta del Pakistan sotto stretta protezione insieme al marito Ashiq Masih, dopo che l’assoluzione dello scorso ottobre aveva scatenato le proteste dei gruppi islamici radicali. Solo un accordo con il governo sulla possibilità di chiedere la riapertura del processo aveva fatto desistere gli islamisti dalle manifestazioni di protesta durate tre giorni in tutto il Paese. Un clima di tensione che aveva fatto fuggire le figlie della coppia, che hanno ottenuto asilo in Canada.

In Pakistan è in vigore la legge sulla blasfemia che contempla la pena di morte a chi offende Maometto o il Corano.  Asia Bibi era stata accusata pretestuosamente dopo una lite con delle donne musulmane del suo villaggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA