DONNE

Il Papa fa dimettere il vescovo neozelandese Drennan per abusi su una donna

Sabato 5 Ottobre 2019

Città del Vaticano  - Il vescovo neozelandese Charles Drennan che il Papa ieri ha «dimissionato», è stato accusato da una donna di molestie sessuali. Abuso di potere e abusi sessuali. Ad annunciarlo e fare chiarezza è stata la stessa arcidiocesi di Wellington. Monsignor Drennan era a capo della diocesi di Palmerston North e si è dimesso dopo indagini interne sulla sua condotta. «La giovane donna ha chiesto che i dettagli della denuncia rimangano confidenziali», ha precisato il cardinale John Dew. 

Il Papa perde la pazienza, pugno duro con gli Araldi del Vangelo per strani riti esorcistici sui bimbi

Il 59enne monsignor Drennan non è nuovo a problemi del genere. Anche  in precedenza ricevette un'altra denuncia di cattiva condotta e sempre per molestie sessuali. Anche allora i dettagli non vennero resi noti. Fu lo stesso Dew a dire che era stata coinvolta una donna ma che non si trattava di violenza sessuale. La donna si rifiutò di deporre davanti al comitato che si occupa di abusi e di conseguenza per la Chiesa locale la vicenda si concluse lì. 

Suora stuprata da sacerdote, i pm di Roma: «Padre Salonia a processo»

Dopo il Motu Proprio che Papa Francesco ha emanato lo scorso giugno, «per prevenire e contrastare gli abusi contro i minori e le persone vulnerabili»  l'arcivescovo Dew ha riferito a Roma del vecchio caso di abuso 

 

Ultimo aggiornamento: 21:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La doppia vita dei prof? Basta andare sui social

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma