Volley, finita l'era Bernardi a Perugia. «Così ha voluto la società», ma è scontro

Martedì 18 Giugno 2019 di Riccardo Gasperini
Lorenzo Bernardi in una delle ultime partite alla guida della Sir Perugia Volley
PERUGIA - Lorenzo Bernardi non è più l’allenatore della Sir Safety Conad Perugia. Ad annunciarlo, dopo giorni di voci su una possibile sua uscita di scena, è stato mertdì lo stesso coach via social network. «Così ha deciso la società», scrive Bernardi che venne chiamato dal patron Gino Sirci a guidare i Block Devils a fine 2016, succedendo a Boban Kovac. la rottura diventa però scontro. Dopo il post dell'oramai ex coach la società bianconera è intervenuta duramente, con una nota diffusa mercoledì. 

IL MESSAGGIO DI BERNARDI «Ciao Perugia e Sirmaniaci, da oggi sarò solo il primo tifoso di Perugia, urlando da lontano i cori della curva sempre accanto a tutti voi…». Anche a seguito di un incontro con la società, Bernardi aveva fatto sapere di voler proseguire l’esperienza in bianconero. Il capitolo però, dopo uno storico triplete e una coppa Italia nella stagione appena passata, si chiude. «Per l’amore che provo per questa città e per voi, splendidi tifosi, ci tenevo ad essere io il primo a darvi il triste annuncio che non potrò essere il condottiero che condurrà la Sir Conad Perugia verso nuovi successi».
NOME PER LA NUOVA ERA E adesso? Si apre la strada del dopo Mister Secolo, che nel finale del suo messaggio ha parlato di «un giorno pieno di lacrime». A succedergli, secondo le indiscrezioni che si rincorrono da giorni, potrebbe essere Vital Heynen, attuale commissario tecnico della nazionale polacca maschile di volley.
LA NOTA DELLA SIR «In riferimento alle dichiarazioni rilasciate agli organi di comunicazione da parte di Lorenzo Bernardi e del suo entourage, cui non rispondiamo, la società informa i tifosi che a quest’ultimo sono state formalmente elevate specifiche e puntuali contestazioni in ordine a condotte tenute prima e dopo la fine del campionato che, riscontrabili sulla base di chiari elementi acquisiti, possono comportare gravi conseguenze. Siamo in attesa che Bernardi dia le proprie giustificazioni secondo quanto richiesto: all’esito dell’iter di contestazione, verrà data comunicazione dei provvedimenti adottati».


  Ultimo aggiornamento: 19 Giugno, 20:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Termini, la brutta cartolina della fila chilometrica per i taxi

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma