Via erbacce e rifiuti abbandonati, a Terni si va in "soccorso" dell'area parco di piazza Cuoco

Via erbacce e rifiuti abbandonati, a Terni si va in "soccorso" dell'area parco di piazza Cuoco
di Paolo Grassi
3 Minuti di Lettura
Lunedì 23 Maggio 2022, 11:18 - Ultimo aggiornamento: 11:59

Prima gli addetti alla manutenzione del verde pubblico, poi i volontari della Pro Natura. Lo spazio verde che si trova in mezzo a piazza Cuoco, nel quartiere Cardeto a Terni, adesso è pulito dai rifiuti e non ha più l’erba alta. Ma troppe volte, quel lembo fresco di città, si ritrova ad avere a vedere con gli stessi problemi, legati all’incuria e, spesso, pure all’inciviltà di qualcuno. Un parco frequentato dai residenti della zona, dove giocano spesso i bambini e dove adulti e anziani cercano ombra e refrigerio utilizzando le panchine e i tavolini. Un fine settimana per tornare a splendere. Gli addetti del verde pubblico sono intervenuti a tagliare l’erba, anche dopo ripetute segnalazioni dei cittadini che abitano nella zona e che frequentano il parco, i quali hanno evidenziato pure un problema di insetti e zanzare. I volontari di Pro Natura, invece, hanno fatto tappa lì in uno dei loro ormai abituali interventi in città per togliere immondizie e cartacce abbandonate ovunque. «In piazza Cuoco – dicono questi ultimi - come rifiuti non abbiamo trovato tantissimo. Ma ne abbiamo raccolti parecchi tra il parcheggio di viale della Fonderia dietro al palazzo dell’Aci, dove abbiamo trovato pure parecchie siringhe, e le zone accanto alla scuola industriale. Inoltre, in diversi punti della città troviamo ancora immondizia imbustata e lasciata impropriamente accanto ai cassonetti per la raccolta di indumenti usati». Con le loro carriole hanno raccolto oggetti di ogni tipo, poi consegnati agli addetti dell’Azienda speciale multiservizi che li ha portati via. «Il problema – dice Antonino D’Astoli, vicepresidente di Pro Natura Terni – è sempre quello dell’educazione e della cultura. A partire dalla famiglia e dall’educazione che in casa si dà ai figli. Se non cambiamo una mentalità e non abbandoniamo un modello culturale che non previene questi comportamenti, io la vedo molto dura. La mia constatazione è un po’ amara, è vero. Ma questi sono anche i segni di una società dove si avalla ciò che è brutto, o che è sbagliato». Raffaele Mastrogiovanni, presidente del Comitato residenti di Cardeto, è soddisfatto di rivedere il parco di piazza Cuoco ripulito e risistemato, ma chiede a chi di competenza di continuare comunque a tenere alta l’attenzione. «Noi – dice - avevano fatto una segnalazione in Comune, all’ufficio del verde pubblico. La sporcizia e l’erba alta abbondavano. C’è anche, purtroppo, chi porta qui in cani e non pulisce nemmeno i loro escrementi. La piazza, poi, è frequentata da tanti bambini. Adesso, aspettiamo risposte anche sul parco Cardeto. Ci dicono che per fine anno dovrebbero restituirci anche quello. Salvo complicazioni, aggiungono. Vediamo un po’...».

© RIPRODUZIONE RISERVATA