Sangiovanni saluta il pubblico di Terni: "Vi auguro di essere liberi e vivi"
Dopo le polemiche l'assessora Proietti: "Grazie a chi ci ha creduto"

Sangiovanni saluta il pubblico di Terni: "Vi auguro di essere liberi e vivi" Dopo le polemiche l'assessora Proietti: "Grazie a chi ci ha creduto"
di Federica Mosca
4 Minuti di Lettura
Lunedì 30 Agosto 2021, 03:18 - Ultimo aggiornamento: 16:52

Terni – Le luci si spengono, come recita il ritornello della sua hit più conosciuta, ma stavolta non è la radio. Giovanni Pietro Damian, in arte Sangiovanni, esce sul palco dell’anfiteatro Fausto verso le 22 e 15, introdotto dal rapper ternano AimaD, dopo un’attesa estenuante per i suoi fan che lo aspettano dal giorno in cui è stato annunciato che il tour estivo del cantante di Amici avrebbe fatto tappa a Terni. Neanche un’ora ed è stato subito sold out, nonostante qualche critica per il prezzo del biglietto (35 euro).

“Ho avuto modo di conoscerlo – dice un organizzatore – ed è proprio un bravo ragazzo, tranquillo. Stasera avevamo preparato tutta la location per portarlo a cena ma ha preferito  restare in hotel perché ieri dopo il live a Palmanova ha subito un’aggressione. E’ stato senza dubbio travolto dal successo, con undici dischi di platino in tre mesi e due d’oro, ma mantiene i piedi per terra. Io a diciotto anni al massimo giocavo a pallone sotto casa…”

Disponibile e gentile, prima del live, ha fatto sì che i suoi fan, a gruppi, potessero accedere al backstage, ovviamente nel rispetto delle norme di distanziamento e con le mascherine anti-Covid.

Accompagnato dalla dj “Santa Manu”, il giovane vicentino ha cantato per un’ora tutti i suoi estratti dall’unico album in studio, da Malibu e Tutta la notte, anche in versione acustica,  fino a Lady, Hype e Gucci bag, inframezzando con due cover rivisitate che già aveva presentato da Maria De Filippi: quella di Ti amo di Umberto Tozzi e Maledetta primavera di Loretta Goggi.

Sorpresa finale con l’arrivo sul palco di Giulia Stabile, la ballerina vincitrice di Amici 2021 e fidanzata della star, che, super acclamata dal pubblico, ha voluto portare una coreografia sulle note di Malibu, la canzone più ascoltata dell’estate.

I complimenti di Sangiovanni ai suoi fan che non hanno smesso di cantare a squarciagola neanche una parola delle sue canzoni. Non solo i più piccoli con le torce dei telefoni in mano, le fasce e i cappellini in testa con la stampa del proprio beniamino, ma anche i più grandi, cioè accompagnatori e genitori ai quali a forza di ascoltare quelle strofe, sembrava quasi doveroso ripeterle all’unisono.

Presenti anche il sindaco Leonardo Latini, l’assessore alla cultura Maurizio Cecconelli e l’assessora al turismo Elena Proietti, soddisfatti della riuscita dell’evento. “Grazie a chi ci ha creduto!”, scrive quest’ultima sul suo profilo Instagram, dopo la lunga sfilza di polemiche a partire dal costo del biglietto, al contributo messo dal Comune (45mila euro), alle modalità d'accesso (prima l'annuncio dei tamponi gratuiti per chi non aveva il green pass, poi la smentita). “E’ stata una serata per le famiglie” che ha visto l’area interna ed esterna dell’anfiteatro riempirsi di più del doppio del numero di biglietti venduti (470).

Un segnale di speranza dopo due anni di fermo che la giovane promessa, protagonista della serata ha voluto fermare dedicando al pubblico una poesia: “…Io credo di essere libero e vorrei che ognuno di voi lo fosse perché se siamo liberi dentro possiamo essere uomini vivi. Buonanotte”.

Il delirio, le corse e i pianti alla fine del concerto per chi non ha avuto la fortuna di incontrare il proprio idolo ma è comunque rimasto con un bel ricordo di una serata finalmente normale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA