Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Perugia, ruba mille euro di vestiti
con le trochesi rompeva l'antitaccheggio

Perugia, ruba mille euro di vestiti con le trochesi rompeva l'antitaccheggio
1 Minuto di Lettura
Venerdì 6 Giugno 2014, 19:51 - Ultimo aggiornamento: 20:06
PERUGIA - Una ragazza sudamericana di 29 anni stata arrestata dalla squadra volante della questura per furto aggravato.

Da un negozio di abbigliamento di Pieve Pagliaccia era giunta segnalazione al 113 in merito a due persone che si erano rese responsabili poco prima di un furto. Sul posto gli agenti hanno verificato che verso le 17.45 due ragazze sudamericane, dopo essere entrate in negozio, venivano viste aggirarsi con fare sospetto tra gli scaffali. I commessi

avevano notato che una, con un gesto repentino, aveva prelevato un capo di abbigliamento e lo aveva infilato della borsa che portava a tracolla.



Le due sono state seguite con discrezione, ma a quel punto le giovani si sono accorte di qualcose ed hanno puntato verso l'uscita. Sono riuscite così ad uscire dal negozio, facendo scattare il dispositivo elettronico dell'antitaccheggio e sono scappate

lungo la strada Eugubina. Il proprietaro le ha inseguite ed è riuscita a bloccare una delle due ragazze, riportandola all'interno del negozio. Gli agenti hanno verificato il contenuto delle borse e hanno trovato i vestiti: un bottino da mille euro .



La fermata ragazza ha consegnato anche spontaneamente un paio di tronchesi, utilizzate per rompere le placche antitaccheggio. Condotta in Questura, poiché in passato si era resa protagonista di episodi analoghi, è stata arrestata: sarà processata per direttissima.
© RIPRODUZIONE RISERVATA