Verini (Pd): «Con Liliana Segre, simbolo di memoria, in Parlamento per eleggere il Presidente della Repubblica»

Verini (Pd): «Con Liliana Segre, simbolo di memoria, in Parlamento per eleggere il Presidente della Repubblica»
di Aurora Provantini
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 26 Gennaio 2022, 17:28


UMBRIA - «Alla vigilia della Giornata della Memoria ho incontrato, a Montecitorio, Liliana Segre». Walter Verini, deputato del Pd prova a descrivere il sentimento suscitato dall'evento, durante la terza votazione per il Presidente della Repubblica. «Oltre all'emozione che si prova ogni volta che capita di incontrarla, ma anche di vederla in tv o leggerne le testimonianze, c'è stato qualcosa di più». Qualcosa legato al valore straordinario di avere una persona come Liliana Segre tra i grandi elettori per il Presidente della Repubblica. Grazie alla sua nomina a Senatrice a vita da parte di Sergio Mattarella. Liliana Segre non è solo un simbolo di memoria dell'orrore della Shoa, di rifiuto di ogni forma di odio, di violenza, razzismo, discriminazione contro le diversità e contro la società aperta. E' la personificazione dei valori dell'antifascismo, della democrazia, scolpiti nella Costituzione».

«In questi giorni difficilissimi Liliana Segre - con la sua presenza in Parlamento - è ancora di più uno stimolo e un impegno per tutti noi perché al Quirinale ci sia un Presidente che rappresenti, con questi valori, l'intero Paese. Così si onora la Giornata della Memoria, il 27 gennaio,  e tutte le giornate dell'anno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA