“Veni, Vidi, Bici”, presentata la città pedalabile: 20 chilometri di piste ciclabili già realizzate

“Veni, Vidi, Bici”, presentata la città pedalabile: 20 chilometri di piste ciclabili già realizzate
di Aurora Provantini
3 Minuti di Lettura
Martedì 16 Novembre 2021, 08:03 - Ultimo aggiornamento: 18:12

TERNI - “Investiamo nel vostro futuro”. Un cartello posizionato sotto le mura della Passeggiata, dove passa un nuovo tratto di ciclabile, invita a riflettere su quanto sia stato fino ad ora realizzato con i fondi di Agenda Urbana e quali interventi di sviluppo sostenibile sono in corso d’opera. Per far conoscere e promuovere la nuova rete di piste ciclabili cittadine ed i collegamenti con le ciclovie, è stato organizzato l’ evento “Veni, Vidi…Bici” con uno slogan che vuole essere un inno alla mobilità sostenibile, e al successo, per dirla alla Giulio Cesare, delle città pedalabile.
Con uno stand informativo posizionato all’ingresso del parco Ciaurro, è stato possibile soddisfare le curiosità di tanti ternani: sono state distribuite, gratuitamente, le nuove mappe delle piste ciclabili di Terni, realizzate a cura del Centro Europe Direct Terni, per conto del Comune di Terni. La pubblicazione contiene informazioni sui tratti vecchi e nuovi, sulle velostazioni, che presto faranno il loro debutto tra coloro che utilizzano le due ruote per spostarsi. Una vera e propria festa, con palloncini colorati, animazione, gadget, proiezione di un video dal titolo “Terni in bicicletta”, fino ad una suggestiva pedalata guidata lungo l’anello urbano del fiume Nera, a cura di Fiab (Federazione Italiana Ambiente Bici) e Mat (Mobilità Attiva Terni). Le mappe, a colori e facili da comprendere, sono da oggi disponibili presso la Bct e lo sportello del cittadino, in via Roma. In quelle cartine vengono individuate 13 “linee” corrispondenti a ciascuna delle piste ciclabili cittadine già esistenti, in costruzione, o in progettazione. Per avere un’ idea di quanti tratti siano stati realizzati, basti pensare che le ciclabili esistenti, compresa quella in fase di realizzazione in direzione dell’ospedale Santa Maria, coprono circa venti chilometri. La linea verso Borgo Rivo e Terni Nord, in progettazione, ne traccerà altri 5 chilometri, collegando Terni centro a Borgo Rivo, Campitello e Gabelletta. Nella brochure in distribuzione, a ciascuno dei tredici percorsi è assegnato un colore e una lettera di riconoscimento. Linea F (fiume), linea Q (quartieri), linea G (le Grazie), linea D (Dalmazia), linea O (ospedale), linea C (Cospea), linea M (mura), linea N (nord), T (turistica). R (Rivo), A (aviosuperficie), I (zona industriale). Tutte le piste ciclabili cittadine saranno alla fine collegate alla ciclovia Est, verso la Cascata, la Valnerina, e alla ciclovia Ovest, verso Narni, le Gole del Nera, San Liberato e Roma. «L’obiettivo è quello di promuovere il più possibile l’utilizzo della bici fra la popolazione residente – spiega l’assessora ai lavori e pubblici e vice sindaca, Benedetta Salvati – anche in considerazione del fatto che spostarsi pedalando non solo è economico e fa bene alla salute, ma rappresenta uno stile di vita green. L’elevato tasso di inquinamento che, negli ultimi anni, ha interessato la nostra città, ha determinato una presa di coscienza importante da parte dell' amministrazione comunale, che ha deciso pertanto di incentivare iniziative a basso impatto ambientale». Per Benedetta Salvati sia “Veni, Vidi… Bici” che le mappe, costituiscono momenti di condivisione di un progetto capace di migliorare la vita dei cittadini, oltre che  la qualità dell'aria. E non solo: «Rappresentano un modo per avvicinare un pubblico sempre più vasto alla mobilità dolce».

© RIPRODUZIONE RISERVATA