«Uomo armato barricato in casa e una donna sequestrata». Perugia, paura in via Fonti Coperte

«Uomo armato barricato in casa e una donna sequestrata». Perugia, paura in via Fonti Coperte
2 Minuti di Lettura
Martedì 7 Maggio 2019, 13:29 - Ultimo aggiornamento: 13:39

PERUGIA - «Correte, c'è un uomo barricato e armato in casa. Dentro c'è pure una donna, che non può uscire. Sono stati esplosi anche dei colpi». Questa, la richiesta d'aiuto e di intervento arrivata ai carabinieri nella mattinata di martedì da via Fonti Coperte. Notizie che si riveleranno non corrette, ma che inevitabilmente hanno dato vita a un complesso intervento vista la delicatezza della situazione che era stata prefigurata.

Appena scattato l'allarme, i carabinieri assieme ai colleghi dell'Aliquota di pronto intervento (utilizzati per i controlli in chiave preventiva e anti terrorismo) hanno circondato il palazzo da cui era giunta la richiesta di intervento e si sono concentrati in particolare su un appartamento. E' stato fatto arrivare il 118, sono state fatte bloccare le utenze di luce e gas, e dopo aver ordinato alla polizia municipale di chiudere la strada (proprio all'incrocio tra via Fonti Coperte e via Campo di Marte) hanno fatto irruzione assieme ai vigili del fuoco sfondando la porta d'ingresso dell'abitazione.

Secondo quanto si apprende, nulla di quanto segnalato sarebbe stato trovato all'interno. Ma qualcosa è comunque successo. Improvvisamente, infatti, si è creato del trambusto con una persona in fuga (pare proprio dall'appartamento in cui erano entrati carabinieri e vigili del fuoco) lungo la strada immediatamente fermata. I militari stanno svolgendo tutte gli accertamenti del caso, e non è chiaro ancora se ci siano altre persone coinvolte. La persona fermata, inquilino dell'appartamento in cui sono entrati i militari, è un albanese sul quale stanno svolgendo accertamenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA