Uno spettacolo di Famiglia: al teatro
Brecht di San Sisto torna in scena
questo sabato il teatro per ragazzi

Uno spettacolo di Famiglia: al teatro Brecht di San Sisto torna in scena questo sabato il teatro per ragazzi
di Michele Bellucci
4 Minuti di Lettura
Giovedì 21 Ottobre 2021, 16:42

PERUGIA - Riparte la stagione di teatro ragazzi dedicato alle famiglie che prenderà vita sul palco del Teatro Brecht di San Sisto. Una proposta ricca e variegata che coinvolgerà alcune delle migliori compagnie professioniste nazionali e che da questo sabato fino al 6 marzo vedrà ben 15 titoli per un totale di 24 repliche: «Abbiamo pensato che fosse il momento di rilanciare - spiega Beatrice Ripoli, direttrice artistica di Fontemaggiore che cura la stagione - di recuperare con forza uno spazio per lo spettacolo dal vivo e uno spazio di presenza per i bambini e le famiglie. Veniamo da un periodo nero per lo spettacolo e la cultura in generale, durante il quale i bambini e i ragazzi sono stati privati di esperienze e di socialità e sovraesposti, di contro, agli stimoli digitali». Quasi tutti gli spettacoli saranno rappresentati in doppia replica, il sabato e la domenica alle 17.00, ampliando così l’offerta rispetto al passato nella speranza che ancora più pubblico potrà essere a teatro: «Purtroppo la programmazione per le scuole - ammette la Ripoli - che in condizioni normali portava al Teatro Brecht circa 7.000 studenti all’anno, è ancora ferma. Con la rassegna “Uno spettacolo di Famiglia” abbiamo perciò deciso di incrementare la proposta pomeridiana perché crediamo fortemente che nei ragazzi e nei genitori ci sia tanta voglia e bisogno di tornare ad abitare i teatri, di tornare ad essere protagonisti della vita culturale del nostro paese».

La stagione curata da Fontemaggiore Centro di Produzione Teatrale con il sostegno del MiBACT e della Regione Umbria si aprirà questo weekend con lo spettacolo Come il brutto anatroccolo della compagnia Crest (consigliato dai 5 anni). Una fiaba all’apparenza semplice e leggera, in grado di affrontare il tema dell’unicità di ciascuno e del difficile viaggio che fa approdare all’autostima e all’accettazione di sé. Si proseguirà il 31 ottobre con Moby Dick, Produzione Teatro Stabile d'Abruzzo e I Guardiani dell'Oca, regia di Ada Umberto De Palma; il 6 e 7 novembre Il bambino e la formica del regista perugino Massimiliano Burini con musiche originali di Gianfranco De Franco; la Produzione Teatro Libero con la regia di Claudio Puglisi, Il Funambolo e la Ballerina, è in programma per il 13 e 14 novembre; un classico come Il giro del Mondo in 80 giorni sarà in scena il 20 e 21 novembre; poi un’altra produzione Fontemaggiore in collaborazione con Accademia Perduta Romagna Teatri, La nostra maestra è un Troll, in arrivo il 27 e 28 novembre; il regista Simone Guerro porterà il suo Un Babbo a Natale il 5 dicembre; torna a grande richiesta la versione in lingua inglese di A Christmas Carol per la regia di Beatrice Ripoli (12 dicembre). Il 2022 si aprirà il 16 gennaio con Cenerentola in bianco e nero, una produzione Proscenio Teatro con regia di Marco Renzi; Dire Fare Baciare Lettera Testamento di Babilonia Teatri sarà in scena il 22 e 23 gennaio; il Teatro dei Colori porterà Carnàval il 29 e 30 gennaio; si intitola Sonia e Alfredo lo spettacolo del regista Fabrizio Montecchi in programma il 5 e 6 febbraio. Gli ultimi tre spettacoli sono tutti prodotti da Fontemaggiore: In bocca al lupo!, il 13 febbraio, per la regia di Marco Lucci; Sogno, il 26 e 27 febbraio, per la regia di Beatrice Ripoli; Soli, 6 marzo, per la regia di Michele Fiocchi. E’ possibile acquistare i biglietti on line sul sito fontemaggiore.it o direttamente in teatro il giorno dello spettacolo (dalle 15.00). La proposta di Fontemaggiore non coinvolge solo il Teatro Brecht ma anche il Teatro Subasio di Spello e il Teatro Clitunno di Trevi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA