Una marea di auto fuorilegge, solo a Foligno i carabinieri ne hanno sequestrate 100

Una marea di auto fuorilegge, solo a Foligno i carabinieri ne hanno sequestrate 100
di Giovanni Camirri
2 Minuti di Lettura
Venerdì 28 Settembre 2018, 13:49

FOLIGNO - Operazione strade sicure, lotta senza quartiere da parte delle forze dell’ordine su tutto il territorio provinciale di Perugia, per stanare i veicoli fuorilegge. Emergono dati allarmanti in chiave di rischi alla circolazione con potenziali pirati della strada che sempre più viaggiano al volante di mezzi che non rispettano le più basilari regole del Codice della Strada. Su tutti, per capire il livello della portata dei fatti, spunta il caso Foligno, dove i Carabinieri della Compagnia guidata dal capitano Angelo Zizzi da gennaio a settembre hanno sequestrato 100 veicoli. Di questi il 75% sono risultati privi della copertura assicurativa con una media 9 casi al mese. Nel complesso dei controlli stradali, con i militari del Radiomobile in prima linea, sono state anche ritirate nello stesso lasso di tempo 60 patenti, la metà delle quali per guida in stato d’ebbrezza alcolica o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Venti, invece, gli automobilisti trovati al volante senza patente in capo a ciascuno dei quali è scattata anche la sanzione da 5mila euro. In strada anche 55 veicoli sottoposti a gravame fiscale e conseguente sanzione da 800 euro per ciascuno per fermo fiscale. In totale, da gennaio a settembre sono state contestate quasi 500 infrazioni al Codice della Strada per un ammontare complessivo di multe pari a 250mila euro. A ciò vanno poi aggiunte una cinquantina di veicoli privi di revisione. Dell’analisi dell’attività sui primi 9 mesi dell’anno fanno parte anche 74 incidenti stradali, uno dei quali mortale.I dati provinciali regionali, come riportato da un recente articolo de Il Messaggero segnalano, da una stima di facile.it, il numero di 175mila veicoli circolanti in Umbria senza revisione e 35mila gravati da rincari assicurativi. Numeri che spiegano una complessità drammatica che va ben oltre potenziali, o reali, difficoltà economiche. Chi non paga l’assicurazione perché sostiene di non poter affrontare la spesa ha come contropartita la possibilità, sempre più ampia, offerta dalle compagnia assicuratrici di scaglionare i pagamenti con rate minime nell’arco dell’anno. Il numero dei “furbetti del tagliandino” assicurativo, quindi, pare crescere sempre di più. Basti pensare che un recente controllo condotto dalla questura ha permesso di individuare in poche ore, sul territorio di Perugia, 12 veicoli sprovvisti di assicurazione col tagliando scaduto da lunghi mesi e con alcuni degli automobilisti al volante che guidavano senza patente o con patente scaduta e mai rinnovata. Una seconda ondata di controlli ha elevato il numero di veicoli fuorilegge ad una ventina circa scoperti in poco tempo. Numeri da brivido, che devono spingere a ragionare sui rischi che si possono patire in strada con chi è fuorilegge e che rischiano di determinare lungaggini nei risarcimenti con tempi quasi infiniti. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA