«Una discarica sotto la ferrovia»
Ponte San Giovanni, caos rifiuti
Giornata ecologica per rimediare

Domenica 12 Luglio 2020 di Riccardo Gasperini
PERUGIA - In città spuntano continuamente nuovi casi di rifiuti abbandonati a fianco dei cassonetti della raccolta differenziata o delle campane del vetro. L’ultima segnalazione arriva da Madonna Alta, dove parti di mobilio sono state scaricate a fianco di una delle eco isole informatizzate. In casi come questo, comunque completamente fuori norma, si tratta di abbandoni contenuti. Ma ai cattivi comportamenti non c’è limite e succede anche che spuntano discariche abusive ben più grandi. Come a Ponte San Giovanni nella zona dello stadio degli Ornari. L’area sottostante la linea ferroviaria è costantemente presa di mira da chi si disfà dei più svariati rifiuti. Lì sta per arrivare un deciso giro di vite e l’impulso arriva ancora una volta dal mondo dell’associazionismo. È infatti programmata una giornata ecologica promossa da Circolo Legambiente Perugia e Valli del Tevere.



LA SITUAZIONE Dai calcinacci, probabilmente scarti di qualche lavoro di edilizia fai da te, ai rifiuti ingombranti come televisioni di vecchio tipo con il tubo catodico. C’è di tutto in quello spazio dove il nodo dell’abbandono dei rifiuti è costantemente all’ordine del giorno. Anche lì non mancano parti di mobilio, cartacce e pezzi di plastica. Presenti anche bottiglie di birra, che non mancano mai quando si parla di degrado. In mezzo al verde, che in qualche caso ha cominciato a coprire i rifiuti scaricati da più tempo, ci sono anche una gomma, una carta di credito e tanti pacchetti di sigarette vuoti. La situazione è stata segnalata anche a Legambiente, che non è rimasta ferma. Sta per scattare infatti una super pulizia. Super perché metterà mano alla situazione anche il Comune. Come annunciato dal Circolo Legambiente Perugia e Valli del Tevere, la giornata ecologica non riguarderà la rimozione di lamiere, elettrodomestici, pneumatici, cartongessi, materiale edilizio, inerti, rifiuti ingombranti perché «la loro rimozione, già oggetto di un'ordinanza comunale, è stata programmata a seguire dopo la nostra pulizia». I cittadini angeli dell’ambiente si occuperanno di tutto il resto.

L’INIZIATIVA Sabato prossimo, il 18 luglio, i cittadini metteranno mano a carta, cartone e tetra pak, plastica, vetro e metalli, indifferenziato. Tutto sarà raccolto in una zona circoscritta e delimitata e si svolgerà «nel pieno rispetto delle linee guida e delle misure obbligatorie previste a livello nazionale per lo svolgimento di eventi all'aperto». I responsabili del Circolo perugino informeranno infatti i partecipanti sulle misure anticontagio e sui comportamenti da adottare durante l'evento, cui si potrà partecipare con l’uso della mascherina, guanti e il rispetto della distanza interpersonale di sicurezza. Seguendo le regole insomma, anche in tempo di emergenza sanitaria si può fare del bene all’ambiente dando una decisa spallata ai cattivi comportamenti. Su questo fronte c’è chi segnala una situazione in peggioramento nella vicina Tiberina Nord che porta a Ponte Valleceppi: lungo la strada crescono cartacce, bottiglie, tetra pak e spunta anche qualche sacco di spazzatura. © RIPRODUZIONE RISERVATA