Brunetta a Norcia: «Vedo tanti cantieri, segnale di ripresa»

Brunetta a Norcia: «Vedo tanti cantieri, segnale di ripresa»
di Ilaria Bosi
1 Minuto di Lettura
Mercoledì 29 Dicembre 2021, 11:23

NORCIA - Il ministro della pubblica amministrazione, Renato Brunetta, è tornato ieri a Norcia per fare il punto della situazione e ribadire la stabilizzazione di 499 professionisti in tutto il cratere, di cui una quindicina a Norcia. Il ministro, accompagnato dal sindaco Nicola Alemanno e dal commissario straordinario Giovanni Legnini, ha visitato il centro terremotato, intrattenendosi anche a parlare con commercianti e cittadini. «Vedo tanti cantieri e tante impalcature – ha detto – mentre non vedo turismo, ma per ragioni evidenti. Penso che la ricostruzione, l’economia, l’amore degli italiani per questi luoghi siano il segno della speranza per il futuro». Il ministro ha quindi posto l’accento sulla stabilizzazione dei precari: «Preferisco chiamarli professionisti, perché è grazie a loro che la ricostruzione di questi luoghi straordinari può essere realtà. La stabilizzazione – ha precisato – è frutto di una legge del governo precedente, attuata da questo governo con un impegno particolare del mio dipartimento. Questo mi dà una grande soddisfazione: merito ovviamente al commissario, ma anche agli oltre 130 enti coinvolti in questo processo di ricostruzione. I governi – ha evidenziato ancora Brunetta – hanno dato quasi venti milioni l’anno per effettuare queste assunzioni e stabilizzazioni e questo è un piccolo grande segnale di speranza per il futuro». Brunetta, parlando di prevenzione, non ha nascosto il suo sogno: «Un’assicurazione obbligatoria contro ogni calamità naturale: servirebbe anche per responsabilizzare tutti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA