Ubriachi e drogati al volante: Perugia, fermati 1300 pirati della strada

Mercoledì 20 Novembre 2019
PERUGIA - Strage di patenti. Ma a fin di bene. Perché guidare ubriachi o drogati è un rischio per se stessi e per gli altri: da inizio anno ritirare 1300 patenti. Significa, dunque, 1300 potenziali pirati della strada bloccati prima che potessero creare grossi problemi.

Il dato è emerso nel corso dell’incontro, martedì mattina, all’istituto professionale “Cavour, Marconi, Pascal” che ha visto gli studenti confrontarsi con il prefetto Claudio Sgaraglia e i vertici provinciali delle forze dell’ordine nel quadro delle iniziative per la “Giornata Nazionale in memoria delle vittime della strada”. Nel suo intervento, il prefetto ha sottolineato il ruolo fondamentale della «capillare attività svolta dalle forze di polizia per la prevenzione ed il contrasto delle infrazioni al codice della strada, che ha determinato un incremento dei controlli effettuati». A seguito di essi, dall’inizio dell’anno si è registrata una crescita delle sanzioni.

Oltre alle sospensioni, da segnalare anche le 84 revoche di patenti: incremento di circa il 30% rispetto agli anni precedenti. Nonostante ciò non si è registrata però una consistente diminuzione degli incidenti: «Occorre dunque innanzitutto la consapevolezza, da parte di tutti i cittadini, di osservare correttamente le regole di comportamento alla guida, soprattutto da parte dei giovani» ha concluso il prefetto. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma