«Ha un debito con la banca», finto funzionario entra in casa degli anziani

Giovedì 2 Luglio 2020
PERUGIA - La telefonata di richiesta di aiuto al 113 della Questura di Perugia di un anziano ha messo la polizia syulle tracce di un finto funzionbafiio di banca, professione truffatore.
L'anziano, durante il consueto riposo pomeridiano, veniva svegliato dal rumore di una persona che, bussando alla propria porta con fare deciso, lo chiamava più volte per nome.
L’anziano  aprendo il portone si trovava davanti un uomo distinto, molto elegante, con modi gentili ma determinati, il quale si qualificava come un dipendente di una nota banca italiana.
Durante l’approccio, molto affabile, il fantomatico funzionario di banca specificava all’anziano l’esistenza di un importante problema ricaduto che ricadeva sotto la responsabilità del poveruomo, consistente in un debito dalla cifra imprecisata che avrebbe dovuto saldare seduta stante. La vittima, seppur presa alla sprovvista ricordava bene di non essere mai stato cliente, in vita sua, di quella banca e ciò ha permesso di generare il sospetto richiedendo all’uomo di allontanarsi dalla propria abitazione. L'uomo ha chiamato la polizia che si è messa alla caccia del truffatore.

  © RIPRODUZIONE RISERVATA