Trevi: «Quattro lupi affamati hanno assalito le mie pecore»

Trevi: «Quattro lupi affamati hanno assalito le mie pecore»
di Giovanni Camirri
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 26 Agosto 2020, 21:51

TREVI “Lunedì pomeriggio, poco dopo le 17, quattro lupi hanno assaltato le pecore dellalela nostra azienda agricola, mentre si trovavano nelle stalle. Due capi sono morti. In quel momento c’era con loro il pastore che, sbracciando, è riuscito a far allontanare tre dei quattro esemplari. Il maschio dominante, però, non s’è placato fino a quando non ha terminato l’assalto”. A raccontare quanto accaduto lunedì pomeriggio è Marco Medei, titolare dell’omonima azienda agricola che si trova in località Coste, nel Comune di Trevi. Un fatto, quello da poco accaduto, che riassume un evento rarissimo da quelle parti. È probabile che i lupi, in forza anche delle temperature caldissime di questo periodo si abbassino di quota in cerca di cibo e acqua. Una discesa legata a una necessità che ha portato quei 4 lupi ad avvicinarsi all’uomo dimostrando, vista anche la presenza del pastore, di non temerlo. “La determinazione – prosegue Medei – dell’esemplare dominante è stata per certi versi inquietante. Nonostante chi fosse li ha tentato di allontanarlo, quel lupo ha proseguito nel suo scopo fino a quando ha ritenuto. Le pecore sono state azzannate al collo e dal retro e le ferite che hanno subito non hanno lasciato loro alcuna possibilità di scampo. Abbiamo informato dell’accaduto le autorità preposte e speriamo che queste “visite” – conclude Medei - non si ripetano”. Nel 2014 una decina di pecore vennero trovate uccise, a seguito di assalto da parte di animali selvatici, dai rispettivi proprietari nella vasta area compresa tra Montefalco e Bevagna. Diverse, all’epoca, furono le ipotesi al vaglio e su tutte due: ad agire potrebbe esser stata una muta di cani selvatici o un branco di lupi scesi dai monti. Le pecore, tenute a dimora in luoghi diversi e tutti riferibili a piccoli e piccolossimi allevamenti, vennero assalite al collo. La tecnica è quella compatibile con l’assalto di un animale selvatico. E se in quel caso ci fu il dubbio se si trattasse di cani selvatici o di lupi, nella vicenda di Coste di Trevi non c’è alcun dubbio, visto che c’è un testimone oculare, che si tratti di lupi. Quattro esemplari evidente molto affamati che hanno agito anche in un momento insolito, quello della fascia oraria che parte dalle 17, rispetto ad altri assalti avvenuti col favore del buio o il luoghi isolati. Stavolta è stato diverso e ciò non rasserena. Sia perché due pecore sono morte a seguito dell’assalto sia perché trovarsi 4 lupi particolarmente affamati in casa non è affatto una bella esperienza. La Natura, giustamente, fa il suo corso ma l’incontro tra i selvatici e le aree antropizzate può diventare davvero complicato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA