Tre esclusive, un'anteprima italiana
e tante stelle del teatro attese a Todi

Lunedì 4 Novembre 2019 di Michele Bellucci
Tre esclusive, un'anteprima italiana e tante stelle del teatro attese a Todi

TODI - La Stagione di Prosa 2019/2020 del Teatro Comunale di Todi è ai nastri di partenza e martedì 5 novembre è la data di inaugurazione ufficiale. «Un’emozionante stagione teatrale» l’aveva definita il sindaco Antonino Ruggiano durante la conferenza stampa di presentazione e la collaborazione con il Teatro Stabile dell'Umbria lo conferma: Silvio Orlando, Barbora Bobulova, Luca Barbareschi, Lucrezia Lante Della Rovere, Giulio Scarpati, Umberto Orsini, Cesare Bocci e le nuove produzioni del TSU daranno vita ad una ricca Stagione con dieci spettacoli, tre esclusive regionali, un’anteprima nazionale e una compagnia internazionale. Si inizierà martedì con la co-produzione dello Stabile, “Si nota all’imbrunire” di Lucia Calamaro, con uno straordinario Silvio Orlando che ha già convinto al debutto sul palco del Teatro Morlacchi di Perugia. Domenica 17 novembre un altro spettacolo firmato TSU nonché un evento per l’intera comunità: dopo il debutto al Festival Internazionale della Creazione Contemporanea a Torino e gli applausi al Festival Roma Europa, Liv Ferracchiati porta nella sua città natale “Commedia con schianto”, satira sul sistema teatrale, sugli artisti e sulle debolezze dell’essere umano. In scena Caroline Baglioni, Michele Balducci, Elisa Gabrielli, Silvio Impegnoso, Ludovico Röhl e Alice Torriani. Domenica 24 novembre, Gigio Alberti con uno straordinario cast di attori formato da Barbora Bobulova, Antonio Catania, Giovanni Esposito, Valerio Santoro e Valeria Angelozzi presenterà “L’anfitrione”, testo di Sergio Pierattini ispirato alla vicenda drammaturgica che ha attraversato i secoli. L’altalenarsi tra verità e inganno, intesi e malintesi, genera situazioni comiche e bizzarre che fanno da specchio alle sempre più grottesche e disorientanti vicende del nostro presente.

Sabato 7 dicembre Luca Barbareschi e Lucrezia Lante Della Rovere proporranno, in anteprima nazionale a Todi, “Il cielo sopra il letto”: un testo pluripremiato dello sceneggiatore e regista di culto britannico David Hare, che racconta la lancinante disputa sia amorosa e civile tra un uomo e la sua ex-amante. Dieci giorni dopo, martedì 17, in esclusiva regionale al Comunale sarà la volta di “Misantropo”, opera di Molière che verrà interpretata da due attori molto amati dal pubblico come Giulio Scarpati e Valeria Solarino. L’aspetto privato, in questo capolavoro sempre in equilibrio tra commedia e tragedia, è importante sia dal punto di vista teatrale che sociale, perché ne evidenzia il fattore umano e dalla corte del Re Sole lo porta dritto a noi. Sarà poi la volta dello spettacolo “Il costruttore Solness” con la regia di Alessandro Serra, in programma mercoledì 15 gennaio. Nei panni del protagonista uno straordinario Umberto Orsini, seduttore e manipolatore terrorizzato dalla giovinezza che avanza ma ancora più dalla vecchiaia. Cesare Bocci e Tiziana Foschi, sabato 8 febbraio, presenteranno “Pesce d’aprile”, ispirato a un’esperienza di vita reale è il racconto di un grande amore che la malattia ha reso ancora più grande. Toccherà a Luca Violini il 28 febbraio, con lo spettacolo di “radioteatro” sull’epopea di Achille dal titolo “La vendetta, la pietà”: una modalità decisamente originale di entrare nella leggendaria e sempre attuale Iliade di Omero, tra parole antiche e suoni capaci di evocare immagini tridimensionali del tutto realistiche. Il 18 marzo direttamente dal Canada, in esclusiva regionale a Todi, la spettacolare perfomance “Machine de cinque” dell’omonima compagnia di nouveau cirque di Quebec City con giocolieri, acrobati e un percussionista, tutti talenti nati nell’ambito del Cirque du Soleil. Uno spettacolo energico, audace, in costante bilico fra comicità e poesia. La Stagione si chiuderà il 5 aprile con un’altra produzione del Teatro Stabile dell’Umbria, “Le affinità elettive” di Andrea Baracco con gli attori Elena Arvigo, Silvia D’Amico, Denis Fasolo, Gabriele Portoghese, Carolina Balucani e Oskar Winiarski.

© RIPRODUZIONE RISERVATA