ThyssenKrupp annuncia a sorpresa la banca che l'assisterà nella vendita di Ast

Venerdì 9 Ottobre 2020 di Marcello Guerrieri
Il treno a caldo dell'Ast

La sorpresa è stata grande: già definita la banca d'affari che assisterà ThyssenKrupp nella vendita dello stabilimento nel prossimo futuro. Di sasso sono rimasti i sindacati: “Le segreterie dei sindacati e le Rsu esprimono profondo sconcerto per la notizia di alcune agenzie di stampa per cui sarebbe stata individuata la banca d’affari con il compito di gestire il processo di vendita di Acciai Speciali Terni.

Proprio questa mattina la Presidente della Giunta Regionale ha avuto interlocuzioni istituzionali prima con l’A.D. di Acciai Speciali Terni e poi con le organizzazioni sindacali. Lo sconcerto nasce proprio dal fatto che nessuno sapesse nulla”.

Come sostengono i sindacati nemmeno al Parlamento Europeo se ne sapeva nulla, con la presidente Margrethe Vestager che aveva dichiarato “di non avere nessuna notifica ne informazione specifica in merito alla procedura di vendita di AST Terni da parte di ThyssenKrupp”.

Fin dal primo momento il sindacato ha lanciato un grido di allarme, rimasto inascoltato; è evidente che nessuno abbia voluto avere una interlocuzione efficace con la holding, la vera controparte e che determina le scelte fondamentali.

“I margini si stanno stringendo sempre di più ed è ora che la situazione venga presa sul serio da tutti, a partire dal Governo Italiano che deve aprire subito il confronto, compresa una discussione a livello europeo, che coinvolga le Organizzazioni Sindacai e Thyssenkrupp, al fine di salvaguardare un asset più volte definito strategico per le sue produzioni e per i livelli occupazionali che determinano ancora il tessuto sociale ed economico della provincia ternana e dell’Umbria”.

Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre, 16:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA