Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Terni, movida violenta: ventenne soccorso dopo una lite in via Lanzi rifila calci a polizia e carabinieri

Terni, movida violenta: ventenne soccorso dopo una lite in via Lanzi rifila calci a polizia e carabinieri
di Nicoletta Gigli
3 Minuti di Lettura
Lunedì 8 Agosto 2022, 06:41

TERNI - La violenza esplode nella notte tra sabato e domenica.

In centro, nonostante l’afa insopportabile e il primo week end estivo che consiglia gite al mare o in montagna, c’è un sacco di gente.

In via Lanzi, di fronte alla scuola Leonardo Da Vinci, nel cuore della movida, c’è un ragazzo col volto che sanguina. Probabile esito di una violenta lite su cui stanno indagando a ritmo serrato gli investigatori dell’arma.

Il ventenne, che ha il labbro spaccato e il volto tumefatto e perde sangue, è in compagnia della fidanzata, che cerca di tamponare la ferita che lui abìvrebbe rimediato poco prima in circostanze ancora tutte da chiarire.

Qualcuno nota la scena, che si consuma intorno alle una e mezza di notte, si preoccupa e dà l’allarme. Sul posto, in pochissimi minuti anche per via dei serrati controlli preventivi disposti dal questore, Bruno Failla, a tutela di una movida sicura, arrivano due pattuglie della squadra volante e una dei carabinieri di Terni.

In quei minuti, per soccorrere il ragazzo, in via Lanzi giunge anche l’ambulanza del 118.

Da questo momento in poi una ventina di minuti di terrore, vissuti dalle tante persone che affollano il cuore del centro e i locali che sono ancora aperti.

La certezza è che poliziotti e carabinieri saranno costretti a un super lavoro per tenere a bada il ventenne, che si divincola e non vuole saperne di finire sulla barella dell’ambulanza che dovrà trasportarlo al pronto soccorso del Santa Maria.

Urla a squarciagola contro le forze dell’ordine e gli operatori del 118, rifila calci a chiunque tenti di calmarlo e sistemarlo sulla barella, insulta tutti.

In cinque tra poliziotti e carabinieri sono impegnati per bloccarlo ma lui, la cui aggressività sembra aumentare col passare dei minuti, non vuole saperne. Approfitta di ogni piccolo margine di movimento per colpire il personale delle forze dell’ordine. Un poliziotto viene colpito da un calcio al volto e resta ferito. Intorno alle due il ventenne viene caricato sull’ambulanza e trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Terni. Per lui nella notte scatta il fermo di polizia per resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale.

Ora i carabinieri stanno indagando a ritmo serrato per ricostruire nei dettagli i contorni della colluttazione che il giovane ha avuto prima dell’arrivo delle forze dell’ordine.

Di fronte alla Leonardo Da Vinci viene recuperata una scarpa che potrebbe aiutare gli investigatori a chiarire le circostanze di un altro episodio violento andato in scena nel cuore della movida ternana. Che non è escluso possa essere legato a questioni di droga. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA