Riccardo Giubilei si candida
alla guida del Triathlon italiano

Venerdì 15 Gennaio 2021 di Riccardo Marcelli
Riccardo Giubilei

Riccardo Giubilei ha depositato la propria candidatura alla presidenza della Fitri, Federazione italiana Triathlon. Lo ha fatto ieri palesando pure un pizzico di emozione. «La prima volta che mi sono recato in Federazione –racconta Giubilei- è stato otto anni fa per rappresentare la piccola Umbria da Delegato Regionale. Poi l’elezione a Consigliere Federale, da indipendente. Di lì a poco la nomina in Prima Commissione Age Group, il lavoro in Consiglio e in tutta Italia, rimbalzando per quattro anni da un campo gara e l’altro, in ogni territorio di questa splendida nostra Italia del Triathlon». Quindi dopo settimane di pubbliche relazioni, trattative e l’acquisizione di qualche consenso per la costruzione di una squadra, ieri ha firmato i moduli per la candidatura alla presidenza: «Ho firmato –prosegue Riccardo Giubilei- avendo negli occhi e nel cuore il sorriso di tanti amici conosciuti in questi anni di impegno appassionato. So di avere accanto tante donne e tanti uomini che condividono il nostro progetto, forti di un lavoro di squadra che saprà puntare alla Federazione del futuro. La Federazione di tutti». Il programma lo aveva già presentato insieme alla squadra. «Si è ormai chiuso un ciclo e sta a noi lanciare la sfida per tracciare la Federazione del futuro, con la testa rivolta ai nuovi traguardi, partendo dal gioco di squadra e rimettendo al centro gli atleti, i tecnici, le Società ed i Territori –si legge in uno dei passaggi cruciali- Se sapremo puntare al merito, con equilibrio e visione, i risultati verranno e potremo finalmente occupare il posto che meritiamo fra le federazioni europee e mondiali, dando il giusto impulso ad un mondo dalle mille potenzialità». La squadra sarà composta da: Atleti, Giulio Molinari, Elisabetta Villa, Dirigenti, Andrea Libanore, Caterina Vecchi, Gianluca Tasin, Antonella Salemi, Francesco Uberto, Maurizio Zurma, Filippo Caporali, Tecnici, Fabio Pruiti. «Quello che vorrei proporre è un patto per puntare su di noi, sulle nostre conoscenze, sulla passione, sulla visione della Federazione che vogliamo e sul lavoro quotidiano che è alla base di ogni traguardo». Per conoscere le altre eventuali candidature, oltre quella del presidente uscente Luigi Bianchi, sarà necessario febbraio. Poi il 14 marzo si svolgeranno le elezioni per la più importante carica federale di questa disciplina sportiva che nonostante il Covid ha visto comunque aumentare il numero di aderenti. La disciplina sportiva anche in Umbria ha visto crescere non solo il numero degli aderenti ma anche la qualità organizzative delle Società.

© RIPRODUZIONE RISERVATA