Terni, si moltiplicano le iniziative contro la guerra in Ucraina. In piazza scuole, associazioni e istituzioni.

Terni, si moltiplicano le iniziative contro la guerra in Ucraina. In piazza scuole, associazioni e istituzioni.
di Francesca Tomassini
3 Minuti di Lettura
Domenica 27 Febbraio 2022, 10:24 - Ultimo aggiornamento: 10:28

Prende sempre più corpo la mobilitazione di scuole e Comuni della Provincia di Terni contro la guerra in Ucraina. Dall'infanzia alla secondaria, nel giro di poche ore le facciate degli edifici e i cancelli si sono trasformati in giganteschi murales dove campeggiano arcobaleni, frasi, disegni, tutti, nessuno escluso, nel segno della pace. Se nei giorni scorsi Avigliano e Montecastrilli hanno srotolato dalle finestre una gigantesca bandiera arcobaleno mentre i più piccoli hanno partecipato alla prima "manifestazione di piazza" cantando la pace, ieri gli alunni delle scuole primaria di Fornole e Amelia hanno tappezzato le recinzioni di mani allungate in un gesto di pace mentre quelli di Giove hanno trascritto "La luna di Kiev" su un enorme cartellone che hanno appeso in bella vista. "Chissà se la luna di Kiev, è bella come la luna di Roma, chissà se è la stessa, o soltanto sua sorella [...]". Non solo. Anche a livello istituzionale e associazionistico il movimento sta crescendo. Ieri il comune di Narni ha patrocinato il presidio per la pace in Ucraina promosso dalla Commissione per le pari opportunità, Anpi, Arci comitato provinciale di Terni, Arciragazzi Narni, Legambiente Umbria, Teatro Manini, Casa delle Donne Terni, Cgil, Esedomani, Colombia Vive! Rete Italiana di solidarietà con le Comunità di Pace Colombiane, Associazione Minerva, Terziere Mezule, Terziere Fraporta, Terziere Santa Maria, Progetto Mandela, Unitre Narni, Spi Cgil Provincia di Terni, Coordinamento donne e Lega Spi Cgil Amerino-Narnese, Rete Resistente Amelia, Avis Narni, Age Terni. Alle 16 una piazza dei Priori gremita e multicolore ha risuonato al coro "Fuori la guerra dalla storia". «Mai, come adesso - ha scritto il sindaco di Narni Francesco De Rebotti - questa della pace è un'unica bandiera, un unico sentimento, un'unica speranza. A prescindere. Insieme». A Terni il 28 febbraio alle 21 le associazioni democratiche e i sindacati si sono dati appuntamento in Largo Briccialdi da dove partirà una fiaccolata che raggiungerà il Comune. Mentre il 1 marzo sarà la volta di Giove dove è in programma il flash mob "uniamoci per la pace". Alle 15 presso gli impianti sportivi comunali, l'Amministrazione Comunale e gli studenti e agli insegnanti delle scuole giovesi hanno invitato tutta la comunità a partecipare. A chiudere il programma delle iniziative, per ora, Azione Cattolica di Terni Narni Amelia che accoglie e rilancia l’invito di Papa Francesco alla preghiera ed ad una giornata di digiuno per il 2 Marzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA