Terni, segnali sradicati e rifiuti nel bosco:
vandali contro il monumento di Germinal Cimarelli

Terni, segnali sradicati e rifiuti nel bosco: vandali contro il monumento di Germinal Cimarelli
di Lor. Pul.
2 Minuti di Lettura
Lunedì 27 Settembre 2021, 13:06 - Ultimo aggiornamento: 14:12

Era stato sistemato esattamente un mese fa grazie al contributo volontario di coloro che si erano prodigati per restituirgli un aspetto dignitoso. La scorsa notte il monumento posto sulla cima di Torremaggiore in ricordo del sacrificio del partigiano Germinal Cimarelli è stato oggetto di atti vandalici da parte di ignoti. Sradicato il palo che indica il tempio pagano e il sentiero che porta allo stesso, gettata a terra la bandiera della Brigata Garibaldi e uno dei due braceri è stato praticamente raso al suolo. Come se non bastasse i bidoni dei rifiuti sono stati capovolti in giro per il bosco.

«Un atto di puro vandalismo o ancor peggio un gesto di autentica vigliacchieria politica - la denuncia di Sentieri Partigiani - un atto contro la memoria ed un gesto ignobile e spregevole, che ferisce il sacrosanto rispetto dovuto a chi ha donato la propria vita per la libertà dell'intera comunità. E' inquietante che il ritorno alla normalità storica, che si contrappone al becero revisionismo in atto da decenni, coincida con lo sfregio e la mancanza di rispetto per la cosa pubblica, che in determinati casi ha valore storico e di testimonianza. A breve sarà di nuovo posizionato il simbolo della Brigata Garibaldi e saranno prese tutte le dovute precauzioni a difesa e tutela del monumento di Germinal Cimarelli e del patrimonio pubblico circostante, anch'esso gravemente vandalizzato».

Oltre a lavori di muratura e giardinaggio con la potatura di piante e arbusti, l'opera dei volontari aveva portato al rifacimento di scalini e bordi circolari, una nuova steccionata e iscrizione della lapide, così come nuovo era il leggio con il pannello che riporta la foto e i dati salienti di Germinal Cimarelli. Nuovo anche il cartello tricolore con la stella rossa sotto al quale campeggiava la scritta: 'Abbiate cura'. Il monito non è stato rispettato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA