CORONAVIRUS

Terni, la Fatati apre sotto organico per le bidelle positive.
La campanella suona in tutte le classi

Domenica 13 Settembre 2020 di Lucilla Piccioni

Domani tutti a scuola; sui banchi, debitamente distanziati e sanificati, anche gli studenti dell’istituto comprensivo Felice Fatati. La dirigenza ha provato a spostare di qualche giorno l’inizio delle lezioni, ma niente da fare. Si parte, anche se sottorganico a causa della quarantena a cui devono sottostare diversi dipendenti. Dopo che una bidella è risultata positiva al tampone è scattata tutta la procedura che si attua in questi casi isolando anche chi ha semplicemente avuto un contato con la persona risultata positiva. “La scuola ci ha chiesto un’ordinanza del sindaco apposita per far iniziare l’anno scolastico più tardi – spiega Cinzia Fabrizi assessora alla scuola del comune di Terni – il problema però non riguarda la salvaguardia della salute pubblica, ma una carenza di organico, mancano all’appello diversi insegnanti e personale Ata. Devono stare in quarantena perché qualcuno è risultato positivo. L’ordinanza del sindaco con gli elementi che abbiamo non si può fare, non sussiste la necessità. Si tratta di problemi organizzativi gestionali, la sicurezza dal punto di vista della salute pubblica è assicurata”. A questo ci ha pensato la Usl. Chi non è in quarantena quindi domani andrà a scuola. Quando non ci mette lo zampino il Covid19 ci pensa la mancanza del concorso per gli insegnanti, che ha lasciato scoperte molte cattedre di docenti andati in pensione, a creare carenze di organico. Ma non finisce qui c’è stato pure il passaggio delle nomine dei supplenti dalla scuola, all’ex Provveditorato, passaggio che ha rallentato le procedure. E così c’è pure la materna che avrà una sola assistente per quaranta bambini almeno fino al primo ottobre, quando dovrebbe essere nominata la nuova addetta. C’è l’Istituto professionale Pertini che partirà con un orario delle lezioni ridotto causa mancanza di insegnanti. Ma arriva anche qualche buona nuova. E’ notizia di questi giorni l’arrivo al comune di Terni di un finanziamento regionale aggiuntivo grazie al quale si potranno affittare le aule che servono alla scuola elementare Aldo Moro. Per rispettare tutte le normative dovute alla pandemia nella sede centrale non c’è posto per tutti. Per ora i bambini faranno i doppi turni. Ma dovrebbe essere roba che dura poco. Le nuove aule sono già stata individuate, si trovano in via Giuseppe Giovannini e fino a qualche tempo fa erano utilizzate da un’altra scuola. “Non ci sono lavori da fare, tutto è già pronto si tratta solo di stipulare il contratto di locazione ed allacciare le utenze. Poi si può partire”, dice l’assessora Fabrizi. Tutto sotto controllo anche per le scuole che saranno sede di seggio elettorale. “Prima del rientro dei bambini e degli alunni è prevista una sanificazione totale, i genitori possono stare tranquilli”, dicono a palazzo Spada.

© RIPRODUZIONE RISERVATA