Piediluco, solo una targa sbiadita ricorda
l'esilio sul lago dell'ex presidente Soares

Domenica 20 Luglio 2014
Mario Soares, ex presidente della Repubblica del Portogallo
TERNI - Un lago di nobiltŗ che perÚ si sta sbiadendo, come le vecchie targhe ricordo della toponomastica appiccicate sui muri e ormai quasi dimenticate. Come Pablo Neruda a Salina, anche Mario Soares scelse un piccolo paese per ripararsi dai dittatori che governavano la loro terra nat√¨a. Soares, il suo nome completo √® M√°rio Alberto Nobre Lopes Soares, nato a Lisbona nel '24, √® stato primo ministro e poi presidente della Repubblica portoghese alla fine degli anni Ottanta e parlamentare auropeo eletto da Portogallo fino al 2004. Ma da militante socialista fu pi√Ļ volte espulso dal suo Paese, e torn√≤ in patria solo alla caduta della dittatura di Salazar a seguito della rivoluzione dei garofani, nel 1974.



A Piediluco ricordano questa presenza con una targa, ormai sbiadita, sulle mura di una casa che si affaccia sul lago. Mario Soares non √® il solo nome altisonante ricordato dalla toponomastica del centro lacustre, che adesso qualcuno vuole rispolverare e valorizzare anche a fini turistici. Insieme al presidente portoghese ci sono poeti, garibaldini e inventori che, riscoperti, darebbero alla storia del lago e del paese ternano, una luce sicuramente diversa e nobile. Ultimo aggiornamento: 20:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA