Debiti tra Asm e Comune
pasticcio nei conti
Stipendi a rischio

Giovedì 23 Gennaio 2020
L'assessore al bilancio Masselli
Il Consiglio comunale di Terni approva un atto, ma il Comune ne pubblica un altro. Pastrocchio in piena regola a Palazzo Spada. Nella migliore delle ipotesi si tratta di una svista colossale, ma Pd e M5s vogliono vederci chiaro, considerando che in ballo ci sono 5 milioni di euro di soldi pubblici. Risorse che riguardano l'accordo per la ripartizione dei debiti e dei crediti tra il Comune e l'Asm. Vicenda annosa che a novembre dello scorso anno venne risolta con l'approvazione di una delibera di Consiglio che doveva rimettere ordine ai conti. Il pasticcio si è consumato al momento della pubblicazione dell'atto votato da consiglieri. «Il documento non è lo stesso», denunciano Pd e M5s. Nella sostanza, l'importo, i 5 milioni di cui si è già parlato, resta quasi invariato, ma quello che viene completamente stravolto sono le motivazioni dell'operazione contabile e le singole voci di bilancio che vengono modificate. A fare fede per i pagamenti del Comune verso l'Asm, però, è l'atto pubblicato e non quello votato. Non a caso i commissari liquidatori dell'Osl stavano per dare seguito ai pagamenti, ma l'iter si è bloccato non appena Pd e M5s si sono accorti della differenze tra i due documenti. Palazzo Spada ora dovrà correre ai ripari. Quella che è iniziata è una corsa contro il tempo per garantire il pagamento degli stipendi ai dipendenti dell'Asm. Ultimo aggiornamento: 17:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Traffico e sveglie all’alba: cosa non ci manca dell’uscire di casa

di Veronica Cursi