Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Terni, il Nomadi Fans Club inaugura via Daolio con Rossana Fantuzzi: «Augusto rappresenta l'infinito»

Terni, il Nomadi Fans Club inaugura via Daolio con Rossana Fantuzzi: «Augusto rappresenta l'infinito»
di Lor. Pul.
2 Minuti di Lettura
Lunedì 27 Giugno 2022, 12:26

Per l'inaugurazione era già tutto pronto il 15 marzo di due anni fa, ma la pandemia e il Dpcm che impose il lockdown a livello nazionale ha costretto tutti a una lunga attesa. Così il Nomadi Fans Club Terni per l'intitolazione ufficiale di via Augusto Daolio, fondatore e voce del gruppo musicale icona di tante generazioni, ha voluto organizzare una cerimonia molto sentita e ricca di partecipazione tra la rotonda intitolata a Lucio Battisti e quella a Fabrizio De Andrè, poco lontano da via Sergio Endrigo e via Luigi Tenco. «Augusto è in buona compagnia» ha detto Danilo Manciucca del Nomadi Fans Club Terni prima di scoprire la targa che ricorda il cantante. Un artista a tutto tondo, poeta e pittore, che ancora oggi emoziona tanti fans. Presente sotto il sole di Gabelletta anche Rossana Fantuzzi, compagna di vita di Augusto e presidente dell'associazione Augusto per la vita, arrivata da Ferrara dove tre giorni fa è stata inaugurata una mostra con i quadri di Daolio: «Augusto non se n'è mai andato, le persone non l'hanno mai lasciato andare. Avevano bisogno di lui della sua coerenza e nella sua umanità. E' bello vedere come ancora oggi le persone lo amano e lo onorano. I suoi dipinti dimostrano quanto fosse aperto al mondo e ad una visione completa della vita. L'attore Max Giusti che è venuto a vedere la mostra ha detto che Augusto non rappresenta nè il passato nè il futuro, ma rappresenta l'infinito. Augusto è senza fine. Una canzone? Dico 'Gli aironi neri' perchè ricorda il mare, la libertà e la natura, tante cose che Augusto amava. E questa strada con davanti la montagna lo ricorda alla perfezione». A trent'anni dalla scomparsa sono ancora in tantissimi a ricordare la sua figura: «Un artista poliedrico - ha aggiunto Manciucca - riduttivo definirlo solo cantante. Un personaggio carismatico, disponibile e umile. Era impossibile non rimanesse nei cuori delle persone, Alla fine di ogni concerto si fermava per una foto, un autografo o per fare due chiacchiere. Una persona eccezionale che si è fatta voler bene e che abbiamo ancora nel cuore».

© RIPRODUZIONE RISERVATA